Tempo di lettura: 1 minuto

LECCE – Se oggi ci saranno meno di 10.000 spettatori sugli spalti (1514 biglietti venduti, oltre ai 6.942 abbonati), Lecce-Catanzaro è stata partita dal gradevole sapore di Serie A sul finire della stagione 1988/’89, quando la squadra di mister Carletto Mazzone ospitò i calabresi in un vero e proprio spareggio-promozione. Il Catanzaro era l’unica squadra che poteva competere con i giallorossi di casa nella corsa alla massima serie, distaccata di pochi punti in classifica a tre giornate dalla fine del campionato. Era il 5 maggio 1988 ed il “Via del Mare” fece registrare per l’occasione 32.379 paganti, più 1.165 abbonati, che spinsero Barbas e compagni al successo per 2-0 che valse la quasi matematica promozione in A.

Pasculli, LecceIl Lecce si schierò così: Terraneo; Vanoli, Baroni; Perrone, Raise, Limido; Moriero, Barbas, Pasculli, Levanto, Vincenzi. Al 4° minuto, Pedro Pablo Pasculli segnò il primo vantaggio raccogliendo una respinta corta del portiere avversario su tiro di Vincenzi, servito da un cross di Moriero. Un sinistro dal limite dell’area proprio di Francesco Vincenzi chiuse definitivamente i conti al 21° del secondo tempo e diede inizio alla festa-promozione anticipata: baldoria negli spogliatoi, caroselli e cortei in città e gli immancabili bagli nella fontana di Piazza Mazzini si prolungarono fino a tarda ora nonostante mancasse ancora un punto per la promozione in Serie A, punto che arrivò la domenica dopo nella trasferta di Messina (1-1).

Questo il video di quell’incontro pubblicato sul canale YouTube di Lucazollino75:

Commenti