Tempo di lettura: 3 minuti

vigile-del-fuoco-bengala-petardo-fumogenoLECCE – Arrivano altri 1500 euro di multa per l’U.S. Lecce dopo la gara interna con la Virtus Francavilla. La società giallorossa è stata punita con la sanzione pecuniaria per numerosi fumogeni (uno dei quali lanciato nel recinto di gioco senza conseguenze), che erano stati introdotti in Curva Nord nonostante il divieto vigente e l’invito della dirigenza a non ripetere simili gesti visto che il “Via del Mare” è a rischio di squalifica o di chiusura di un settore. Ammenda anche per il Trapani che paga con 5000 euro di multa le intemperanze dei propri tifosi che hanno portato alla sospensione temporanea di circa cinque minuti della gara di Siracusa per lancio di petardi sul terreno di gioco in sintetico.

Il Giudice Sportivo della Serie C, il notaio Pasquale Marino nella seduta odierna ha adottato le decisioni disciplinari di seguito riportate, in base alle risultanze degli atti ufficiali:

SOCIETÀ / AMMENDA:

€ 5.000 CASERTANA perché propri sostenitori al termine della gara lanciavano sul terreno di gioco una bottiglietta semipiena d’acqua che colpiva senza conseguenze un dirigente della squadra avversaria; per comportamento gravemente antisportivo in quanto il servizio di restituzione dei palloni da parte dei raccattapalle veniva rallentato ritardando sistematicamente la ripresa del gioco, tale comportamento non è stato interrotto nonostante i ripetuti solleciti rivolti dall’arbitro sia al capitano che all’allenatore.

logo-trapani-png€ 5.000 TRAPANI perché propri sostenitori in campo avverso al 15° minuto del primo tempo lanciavano sul terreno di gioco cinque fumogeni che cadevano nei pressi della porta della squadra avversaria causando un principio d’incendio di un cartellone pubblicitario prontamente spendo dai Vigili del Fuoco; la combustione dei predetti fumogeni provocava visibili danni al terreno di gioco in erba sintetica. Ciò provocava l’interruzione del gioco che l’arbitro riprendeva dopo circa cinque minuti. Inoltre i medesimi sostenitori introducevano e facevano esplodere nel proprio settore un petardo senza conseguenze (obbligo risarcimento danni, se richiesto).

€ 2.500 SIRACUSA perché propri sostenitori durante l’interruzione del gioco lanciavano sul terreno un bengala che cadeva nei pressi del portiere della squadra avversaria, quest’ultimo si accasciava e richiedeva l’intervento dei sanitari lamentando di essere stato colpito alla spalla dal medesimo bengala. Di tale ultima circostanza non vi è però evidenza nei rapporti ufficiali. Il portiere del Trapani riprendeva regolarmente il gioco.

€ 1.500 LECCE perché propri sostenitori introducevano e accendevano nel proprio settore numerosi fumogeni uno dei quali veniva lanciato nel recinto di gioco, senza conseguenze.

DIRIGENTE / INIBIZIONE A SVOLGERE OGNI ATTIVITÀ IN SENO ALLA F.I.G.C. A RICOPRIRE CARICHE FEDERALI ED A RAPPRESENTARE LA SOCIETÀ NELL’AMBITO FEDERALE A TUTTO il 15 FEBBRAIO 2018 E AMMENDA € 500.00: DARIO VINCENZO ADUASIO (FIDELIS ANDRIA ) per comportamento offensivo verso l’assistente arbitrale durante la gara (espulso).

ALLENATORI / AMMONIZIONE CON DIFFIDA: LUCA D’ANGELO (CASERTANA ) per comportamento non regolamentare in campo durante la gara (espulso).

AMMONIZIONE: AGENORE MAURIZI (REGGINA) per proteste verso l’arbitro durante la gara (espulso).

CALCIATORI ESPULSI / SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA: LUIS MARIA ALFAGEME (CASERTANA) per atto di violenza verso un avversario in azione di gioco

SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA PER DOPPIA AMMONIZIONE: FEDERICO MATIAS SCOPPA (MONOPOLI) entrambe per condotta scorretta verso un avversario.

CALCIATORI NON ESPULSI / SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA PER RECIDIVITÀ IN AMMONIZIONE (V INFRAZIONE) – MARCO BIAGIANTI (CATANIA), FILIPPO MARIA SCARDINA (SIRACUSA), NICOLAS DI FILIPPO (REGGINA).

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.