Tempo di lettura: 2 minuti

1-trofeo-open-di-traina-daltura-finibus-terraeLEUCA – Sono 15 gli equipaggi di provetti pesca-sportivi, tra i più “agguerriti” del Salento, pronti a salpare le ancore dai porti di Levante e di Ponente mettendo la prua su Leuca per partecipare domani, sabato 28 ottobre, al primo Trofeo Open di Big Game – Traina d’altura – “Finibus Terrae. Si tratta del debutto di Leuca quale “campo gara” di questa disciplina, che segna l’inizio di una serie di attività sportive di carattere dilettantistico e agonistico da organizzare nella località marina. Per info ed iscrizioni: marinadileuca@leganavale.it – cell. 393.5977212 / 328.7477192

Promotrice dell’iniziativa è l’associazione non profit Lampus del presidente Paolo Insalata, attiva nel territorio del Capo di Leuca da poco meno di un anno, che ha raccolto la piena disponibilità della FIPSAS (Federazione Italiana Pesca Sportiva, Attività Subacquee e Nuoto Pinnato) e della Lega Navale Italiana – sezione di Leuca, che ha assunto la titolarità organizzativa dell’evento. Al progetto aderiscono, inoltre, la società Porto Turistico di Leuca e alcune aziende operanti sul territorio.

pesca-dalturaIn questa specialità della pesca sportiva, il Salento vanta una compagine di atleti di grande prestigio tra cui brillano le medaglie di due campioni del mondo, già fregiati del titolo di campioni italiani. La Traina d’Altura, definita in ambito internazionale “Big Game”, è la disciplina regina della pesca sportiva, in quanto insidia i grandi predatori del mare e perché, per praticarla, è necessario disporre di imbarcazioni sicure e potenti, (il “campo gara” può estendersi a oltre 40 miglia dalla costa), dotate di attrezzature particolarmente sofisticate.

pesca-di-alturaIl fascino di questa disciplina si rifà agli antichi istinti dei pescatori oceanici e per individuare i pesci giusti (principalmente alalunghe), è necessario “leggere” il mare attraverso particolari indizi che rivelano la presenza di determinate specie. Le mangianze, cioè i banchi di pesci piccoli inseguiti dai pesci più grandi, sono i segnali più significativi, come i voli radenti dei gabbiani che li sorvolano nel tentativo di predarli. L’esperienza, in questa disciplina, è grande maestra. Nel rispetto dell’ambiente, le regole della pesca sportiva sono ferree: solo alcuni pesci, e non al di sotto di una certa taglia, possono essere catturati e trattenuti a bordo, mentre tutti i pesci di piccola taglia e, indipendentemente dal rispettivo peso, alcune specie come il tonno rosso, le aguglie imperiali,  devono essere rilasciati. Il pescato sarà devoluto in beneficienza.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.