Tempo di lettura: 3 minuti

matera-lecce-0-1-squadra-esulta-con-tifosiLECCE (di Gavino Coradduzza) – È abbastanza facile immaginare che, espugnando Matera, Fabio Liverani abbia colto le risposte positive alle domande che si era posto prima della partita. Matera-Lecce, attesa e poresentata come scontro al vertice, doveva dichiarare quasi ufficialmente l’effettiva consistenza della sua squadra. La risposta è giunta attraverso una vittoria che non presta il fianco ad alcuna recriminazione, ben oltre il risultato… È venuta fuori la complessiva qualità di una squadra che ha imparato a coniugare il gioco con la dovuta cattiveria e con la ricerca degli strumenti più adatti per inseguire e cogliere il successo…

matera-lecce-0-1-di-matteoPur dovendo ricorrere a due centrali difensivi inediti per la contemporanea indisponibilità di Drudi e Cosenza, il Lecce non ha accusato imbarazzo alcuno e, quando è stato necessario, Perucchini ha chiuso la porta a doppia mandata. Preso atto che dalle parti di Di Matteo il terreno sembrava alquanto friabile a causa di una marcatura ondivaga, il Matera affida all’ex Angelo, in quel settore, l’incarico delle incursioni più pungenti: è proprio da lì che prende vita il cross (12°) incornato a rete da posizione favorevole da Casoli, ma con Perucchini strepitoso nel negare il quasi gol. Il pallino del gioco, o meglio l’iniziativa, è prevalentemente dei padroni di casa che però vanno a sbattere contro la buona organizzazione difensiva dei giallorossi. È un Lecce attento; copre bene e risponde a tono anche a talune provocazioni dei lucani; ma è anche un Lecce impreciso, in particolare in fase di rifinitura e di conclusione a rete, almeno per ora…

matera-lecce-0-1-perucchiniLa posta in palio è davvero alta e dunque pare naturale che le due squadre pensino a non prenderle prima che a darle. E all’interno di questa organizzazione è ancora Perucchini a distinguersi anche nei primi minuti della ripresa inarcandosi e deviando l’ennesimo pericoloso colpo di testa da distanza ravvicinata di Sernicola. Affiora qualche rimpianto per la improvvida assenza di Cosenza che, come si sa, sulle palle alte non conosce misericordia. È prevalentemente il Matera a farsi carico di alimentare le iniziative di gioco anche se, in buona sostanza, nessuna delle due formazioni dà l’impressione di poter facilmente prevalere sull’altra…

matera-lecce-0-1-mancosuSi è parlato poco di Mancosu anche perchè, alla sua sapiente applicazione siamo ormai abituati, così come molto bene conosciamo le sue sciabolate dalla media distanza e le sue incursioni da punta improvvisata. Al minuto 17, Torromino difende bene la palla, si accentra a ridosso della linea lunga dell’area del Matera e porge una palla pulita a Mancosu: stopparla, alzare lo sguardo per inquadrare visivamente la porta avversaria e far partire un missile che si insacca all’incrocio, è tutta una cosa; una cosa fantastica e, lasciatemelo dire, una cosa… alla Mancosu! Fabio Liverani aveva già deciso un paio di sostituzioni prima ancora che Mancosu realizzasse il capolavoro; la rete non ne modifica le intenzioni e così vanno in campo Di Piazza e Costa Ferreira al posto di Pacilli e Caturano.

matera-lecce-0-1-torrominoIl Matera si disunisce, anche se Costa Ferreira si limita a cinguettare in una gabbia di sparvieri… I lucani smarriscono lucidità e geometrie pur sollecitati da grande volontà ed orgoglio; ma devono prendere atto che i fili della partita sono nelle mani del Lecce. Liverani pensa anche di cautelarsi mandando in campo un difensore (Ciancio) al posto di un attaccante (Torromino); per conseguenza i biancazzurri alzano il baricentro con l’intento di insidiare più da vicino la porta di Perucchini; in verità non insidiano proprio un bel niente ed anzi devono tremare ancora quando, quasi allo scadere, Di Piazza si invola in contropiede mandando la palla sul palo.

matera-lecce-0-1-mancosu-esultaSarà come sempre naturale chiedersi se sia stato un grande Lecce, un bel Lecce o cosa altro. Non saprei esprimere un giudizio se non per dire con convinzione che il lecce di Matera ha brillantemente superato un esame di maturità. Sì, perchè l’impressione più decisa riguarda proprio la dimostrazione di maturità fornita da Liverani e dall’intera squadra giallorossa…

Commenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.