Tempo di lettura: 2 minuti
Mons. Michele Seccia
Mons. Michele Seccia

LECCE – Papa Francesco ha accettato la rinuncia al governo pastorale dell’Arcidiocesi di Lecce presentata da mons. Domenico D’Ambrosio, che per oltre 8 anni ha guidato la Curia leccese, ed ha nominato arcivescovo metropolita di Lecce mons. Michele Seccia, trasferendolo dalla sede vescovile di Teramo-Atri che ha retto per 11 anni, confrontandosi con numerosi problemi, soprattutto nell’ultimo anno a causa del maltempo e del terremoto, con la conseguente inagibilità di più di 200 chiese in quel territorio. A darne informazione è stato oggi il Bollettino della Sala Stampa vaticana e lo stesso prelato, poco dopo mezzogiorno, in un messaggio rivolto alla sua ormai ex comunità diocesana.

Mons. Seccia è nato a Barletta, in provincia di Bari, nell’arcidiocesi di Trani-Barletta-Bisceglie, il 6 giugno 1951. Ha compiuto gli studi nel Seminario diocesano di Bisceglie ed in quello Regionale di Molfetta. Ha ottenuto il Baccalaureato in Filosofia e Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana, la licenza in Teologia morale presso l’«Alfonsianum» e la laurea in Filosofia presso l’Università statale “La Sapienza” di Roma. È stato ordinato sacerdote il 26 novembre 1977 per l’arcidiocesi di Trani-Barletta-Bisceglie.

(foto sir/marco calvarese)
(fonte foto SIR/Marco Calvarese)

Dopo l’ordinazione sacerdotale ha ricoperto i seguenti incarichi: dal 1977 al 1985 è stato viceparroco, dal 1985 al 1992 parroco della parrocchia “Spirito Santo”; dal 1979 al 1982 è stato direttore dell’Ufficio catechistico; dal 1978 è stato pure docente di Teologia morale all’Istituto superiore di scienze religiose ed insegnante di Religione al Liceo Statale, e di filosofia e pedagogia all’Istituto Magistrale. Dal 1987 al 1997 è stato vicario generale dell’arcidiocesi di Trani-Barletta-Bisceglie.

Eletto vescovo ad appena 46 anni alla sede di San Severo il 20 giugno 1997, ha ricevuto l’ordinazione episcopale l’8 settembre successivo. In quel periodo, ha ricoperto anche l’incarico di segretario della Conferenza episcopale regionale. In seno alla Conferenza episcopale italiana è stato membro della Commissione episcopale per l’Educazione Cattolica, la Scuola e l’Università. Il 24 giugno 2006 era stato trasferito alla sede abruzzese di Teramo-Atri.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.