Tempo di lettura: 1 minuto

JUVENTUS - AGNELLILECCE – È stata comunicata pochi minuti fa la sentenza del Tribunale Federale Nazionale relativa ad Andrea Agnelli. Il presidente della Juventus è stato condannato a 12 mesi di inibizione e 20.000 € di multa, poiché ritenuto colpevole di aver avuto rapporti impropri con alcuni ultrà bianconeri in relazione al caso-biglietti. Oltre alla squalifica, il Tribunale della Federcalcio ha anche comminato una sanzione pecuniaria per la stessa società di 300.000 euro. Dopo il processo al massimo dirigente juventino, è arrivata dunque la sentenza dei giudici della Federcalcio. Il procuratore federale Giuseppe Pecoraro aveva chiesto 2 anni e 6 mesi per Agnelli e due turni a porte chiuse per la società.

Tribunale nazionale federale figcQuesto il testo della sentenza: “Il Tribunale Federale Nazionale-Sezione Disciplinare, rigettate le eccezioni preliminari, ha accolto parzialmente il deferimento proposto dal Procuratore Federale e, per l’effetto, in parziale ridefinizione delle richieste formulate ha disposto le seguenti sanzioni: Andrea AGNELLI: anni 1 di inibizione e 20 mila euro di ammenda; Francesco Calvo: anni 1 di inibizione e 20 mila euro di ammenda; Stefano Merulla: anni 1 di inibizione e 20 mila euro di ammenda; Alessandro Nicola D’Angelo: anni 1 e mesi 3 (tre) di inibizione e 20 mila euro di ammenda; Juventus 300 mila euro di ammenda“.

Il club torinese ha già fatto sapere che presenterà ricorso contro questa sentenza della FIGC.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.