Tempo di lettura: 1 minuto

Luna Park Lecce

LECCE – Ecco la dichiarazione del sindaco di Lecce, Carlo Salvemini, in relazione alle polemiche sulla chiusura del Luna Park allestito nel piazzale antistante lo stadio “Via del Mare” per le festività patronali del capoluogo salentino: “La delibera di Giunta con la quale si è proceduto all’organizzazione della festa di Sant’Oronzo prevedeva che le giostre potessero trattenersi nel piazzale antistante lo Stadio fino a domenica 27, quindi già oltre la data di Sant’Oronzo. Con questa decisione si è consentito ai giostrai di restare in attività fino alla chiusura del fine settimana, concedendo loro anche la giornata del 28 entro la quale il piazzale doveva essere liberato dagli impianti. I giostrai, dunque, sapevano perfettamente che la scadenza del titolo autorizzativo era quella. In seguito, in questi giorni, è stata rivolta all’Amministrazione una richiesta di proroga che non c’era ragione di accordare: diversamente si dovrebbe consentire a tutte le categorie che lavorano nei giorni di festa di trattenersi in città anche a festa conclusa. Le giostre sono all’interno della cornice della Festa patronale, che ha un suo inizio e una sua conclusione per tutti. Sul fatto che qualcuno si sia incaricato autonomamente di stampare biglietti che riportano la data del 29 come termine dell’apertura del Luna Park, non posso che chiedermi sulla base di quali impegni l’abbia fatto. La Pubblica Amministrazione parla con gli atti ufficiali, bastava attenersi alla delibera per non commettere errori che possono ingenerare equivoci”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.