Tempo di lettura: 3 minuti

Meluso in conferenzaLECCE – A meno di due settimane dall’esordio ufficiale del Lecce nella nuova stagione con l’impegno in Coppa Italia di Serie C e con la squadra impegnata nel lavoro di preparazione nel ritiro di Lorica, a fare il punto dello stato sulle operazioni in entrata ed in uscita del calciomercato giallorosso è stato oggi il diesse Mauro Meluso. Nel corso di una conferenza stampa tenuta allo stadio “Via del Mare“, il Direttore sportivo leccese ha parlato con i giornalisti di quanto concluso finora per rinforzare la rosa da consegnare a mister Roberto Rizzo per tentare di centrare quella benedetta promozione in Serie B che dirigenza, calciatori e tifoseria inseguono ormai da sei anni.

Sottolineando la solita riservatezza che caratterizza il suo operato, il Ds ha subito intavolato il discorso relativo alle regole volute dalla Lega Pro relative ai giocatori Under ed Over da poter schierare nel prossimo campionato: “Abbiamo la rosa completa al 95 per cento. Il cambio di regole ci ha complicato un po’ i piani, creando qualche problematica in più. Tuttavia, sono arrivati alcuni giocatori, pochi altri ne arriveranno ancora e, se rimanessimo così, saremmo già fortissimi per la categoria, ma cerchiamo un’altra pedina da inserire a centrocampo. Dopo di che, siamo attesi da un grosso lavoro in uscita, dove saranno molte le cessioni perché è necessario sfoltire la rosa”.

mancosu-e-caturano-lecce-andria-1-1Meluso ricorda sempre da dove si è partiti dopo la delusione dell’uscita nei play-off con l’Alessandria: “Quel Lecce è stata una squadra che ha fatto 74 punti e siamo riusciti comunque a rinforzarla. Per esempio, riportare qui Perucchini e Caturano non era affatto scontato. Si tratta di due grosse operazioni per questa categoria e devo ringraziare la società per l’impegno economico che ha voluto ancora sostenere. È grazie a loro se ripartiamo con molte certezze in più quali gli stessi Perucchini, Caturano, senza dimenticare Costa Ferreira. Abbiamo il vice-Caturano, che è Persano, che è maturato a Siracusa accumulando altra esperienza. Ci siamo rinforzati ulteriormente con l’ingaggio di Di Piazza, dando così un partner d’attacco a mister Rizzo, puntellando in difesa la fascia sinistra con Di Matteo, titolare in Serie B prima di arrivare qui, preso per colmare qualche lacuna che avevamo in quella zona del campo, senza nulla togliere alla professionalità di Contessa ed Agostinone“.

VitofrancescoIn chiave futura, ecco le mosse da attendersi: “Ci muoviamo per gli Under in una precisa direzione, ossia patrimonializzare le risorse umane e tecniche che cerchiamo, con profili specifici, come Riccardi e Valeri, che arriveranno entrambi nelle prossime ore, uno in prestito con diritto di riscatto e l’altro a titolo definitivo, e che si aggiungono al lituano Megelaitis, pure in prestito con diritto di riscatto. Non solo sono elementi che abbiamo seguito tantissimo, ma sono ragazzi su cui vogliamo puntare in termini di acquisizione della proprietà e che potranno diventare un giorno patrimonio di questa società. Come detto, non è escluso l’arrivo di un Over a centrocampo, il che non comporta la contemporanea uscita di Arrigoni, che resta comunque con noi. In partenza ci sono Agostinone, Contessa, Maimone e Vitofrancesco. L’arrivo di Marino, come di tutti gli altri, è responsabilità mia. Il calciatore è integro, è ristabilito totalmente dall’infortunio al crociato ed è un elemento che seguivo da anni e che già in ritiro sta cofermando le attese. Con Rizzo e la squadra di scouting ovviamente abbiamo condiviso ogni operazione. C’è poi Lepore, il capitano: dopo Alessandria ho parlato con un mio amico allenatore esterrefatto dalla sua capacità di essere così duttile tatticamente. L’arrivo di Riccardi non è solo l’acquisto di un under, ma completa il reparto dei difensori centrali, che così sono quattro.

Torromino primo pianoMeluso è però criptico sulla questione Torromino: “Non dovrebbe partire. Se poi dovesse arrivare un sedicesimo Over allora qualcuno dovrebbe necessariamente partire, ma ne parleremo in seguito”. Infine, una battuta sul centrocampista d’ordine Schiavone: “Si tratta di una possibilità, ma ancora non ho parlato col Cesena. È una buona alternativa…”

Commenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.