Tempo di lettura: 2 minuti

mario-russoLECCE – C’è sbigottimento ed incredulità negli ambienti del calcio leccese e non solo per l’improvvisa scomparsa di Mario Russo, ex calciatore, allenatore, dirigente ed opinionista sportivo di grande spessore che si è spento oggi in seguito ad un malore che gli è stato fatale. Russo era nato a Lecce il 20 gennaio 1948 ed era un figlio d’arte; suo padre era infatti “don” Carmelo Russo, talent scout nel Lecce di Franco Jurlano di tanti campioni leccesi che si sono poi imposti a livello nazionale ed internazionale. Era cresciuto nelle giovanili dell’U.S. Lecce, poi militò nella Roma di Oronzo Pugliese nella stagione 1966-1967 senza però scendere mai in campo; in Serie A ha comunque disputato una gara con il Lanerossi Vicenza e 29 partite con la Ternana nel campionato 1972-1973. Nel suo palmares si annoverano diverse stagioni in Serie B con la stessa società rossoverde, col Catanzaro, l’Atalanta, il Rimini ed il Lecce (61 presenze e 5 gol in totale).

E proprio la società giallorossa ha pubblicato sulle proprie pagine internet un messaggio di cordoglio per la prematura scomparsa:

mario-russo-ternana-1970-71Dopo aver appeso gli scarpini al chiodo giocando nello Squinzano, si dedicò con successo alla professione di allenatore partendo da quello stesso sodalizio fino a sedere, tra le tante esperienze fatte tra Serie D e Serie C, sulle panchine di Nardò, Martina, Monopoli, Arezzo, Salernitana, Barletta e Tricase, fino all’ultima stagione da tecnico alla guida del Cosenza nel 2004. Attualmente era Direttore Generale del Monopoli Calcio, club con cui ha vissuto alcune delle pagine professionali più appaganti della sua carriera, in un ambiente che lo ha sempre rispettato e amato.

Ma era facile amare Mario Russo, persona schietta ed intenditrice di calcio, che dagli studi di TeleNorba ha commentato per anni le vicende calcistiche del suo Lecce nelle ultime annate giocate in Serie A e B. Un uomo perbene, che aveva ereditato dal papà la passione per questo sport; come il padre aveva fiuto per i giocatori di talento ed i risultati si sono visti fino alla stagione appena conclusa della società biancoverde che ha centrato una meritatissima salvezza in Lega Pro.

Ai familiari di Mario Russo le più sentite condoglianze da parte della redazione de Leccezionale Salento e del sottoscritto che saluta un amico ed una preziosa fonte di saggezza e conoscenza calcistica.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.