Tempo di lettura: 4 minuti

LECCE DIRIGENTI CON RIZZOLECCE – Il summit tra mister Roberto Rizzo, il Ds Mauro Meluso e lo staff di scouting dell’U.S. Lecce è servito per mettere nero su bianco quelli che sono gli obiettivi su cui i responsabili del calciomercato giallorosso dovranno concentrarsi per rinforzare la già invidiabile rosa della squadra salentina. In particolare, il tecnico ha ben chiaro come far giocare la formazione di cui sarà alla guida nella prossima stagione, cioè con un flessibile 4-3-3 che in molti calciatori hanno oramai assimilato, ma che dovrà essere attuato proponendo quel tipo di triangolazioni palla a tera e le rapide verticalizzazioni che Rizzo ha portato in dote fin dal primo giorno di subentro a Pasquale Padalino.

Filippo Perucchini
Filippo Perucchini

PORTIERE E DIFESA- Meluso&Co. dovranno affidare le chiavi della porta giallorossa a mani esperte. Filippo Perucchini resta l’indiziato numero uno per continuare ad essere l’estremo difensore anche nel torneo 2017/’18, anche perché il calciatore non ha mai fatto mistero di voler centrare la benedetta promozione in B sul campo, con addosso la casacca del Lecce. I margini per chiudere positivamente la trattativa paiono esserci e, quindi, messo a posto quel tassello, le attenzioni del diesse si potranno concentrare sull’ingaggio di almeno un forte difensore centrale che possa completarsi con Ciccio Cosenza e comporre una linea difensiva di tutto rispetto. Antonio Giosa ha convinto a metà e dovrebbe rientrare dal prestito a Como, mentre la conferma di Mirko Drudi è segnale che il club vuol giovarsi ancora delle sue prestazioni. Rientrerà alla base dall’Albinoleffe Kevin Vinetot, ma il francese sembra destinato alla cessione nell’ottica della regola sugli Over che rischia di complicare la vita alle società di Serie C. Sulle corsie esterne non sembrano esserci intoppi particolari. Sulla destra c’è Checco Lepore che con Rizzo è tornato a sprazzi a giocare in quel ruolo dopo una stagione da globetrotter in tutte le zone del campo. Oltre al capitano, ci sono pure Fernando Vitofrancesco e Simone Ciancio che si sono dimostrati intercambiabile tra difesa e centrocampo. Sull’out sinistro appare certo il ritorno di Sergio Contessa dopo la parentesi da gennaio con la Reggiana che però non ha i denari per tenerlo in rosa. In partenza c’è invece Giuseppe Agostinone che potrebbe essere inserito in altre operazioni di mercato che si stanno per delineare.

Anthony Taugourdeau
Anthony Taugourdeau

CENTROCAMPO- Nella zona nevralgica del terreno di gioco c’è la volontà di puntare ancora sui vari pezzi forti quali Marco Mancosu, Miguel Costa Ferreira , Radoslav Tsonev ed Andrea Arrigoni. Potrebbe accasarsi altrove Luca Fiordilino, di proprietà del Palermo, che in giallorosso non ha trovato tanto spazio pur dimostrandosi valida pedina. C’è poi la posizione di Peppe Maimone che, accettando di restare nel Salento, sa di doversi sudare una eventuale maglia senza lamentare “mal di pancia” per la possibilità di fare altra panchina e sperare nel futuro. Le indiscrezioni di mercato legate a questo reparto vedono Meluso impegnato a tessere le sue trame invogliando calciartori che nella scvorsa stagione si sono messi in mostra e che potrebbe fare al caso del Lecce. In particolare, c’è l’affaire Anthony Taugourdeau che ha fatto infuriare la dirigenza del Piacenza per le dinamiche con cui il club di via Colonnello Costadura avrebbe avvicinato l’entourage del regista transalpino che ha ancora un anno di contratto con gli emiliani. Ma di trattative sotto traccia ce ne sono anche altre e sono quelle che non vengono facilmente alla luce per non rischiare di comprometterne l’esito.

Gianluca Turchetta
Gianluca Turchetta

ATTACCO- Il reparto offensivo è quello che fa sognare e disperare i tifosi. Con le energie tutte rivolte alla acquisizione onerosa dal Bari del bomber Salvatore Caturano, il Lecce ha messo in chiaro di credere nelle potenzialità dell’attaccante campano e di volerlo a tutti i costi in squadra anche nella prossima stagione. Certo ma non ancora ufficiale l’acquisto di Gianluca Turchetta dalla Maceratese, per il quale si dovrà probabilmente attendere l’apertura della sessione estiva del mercato per renderne definitivo l’arrivo. Anche Mario Pacilli pare un punto di riferimento importante nello scacchierre tattico giallorosso, visto che le doti tecniche di cui è dotato lo portano ad essere un modello di flessibilità per i compagni secondo i dettami dell’allenatore salentino. C’è poi un Giuseppe Torromino da recuperare al meglio della condizione per rivedere all’opera quell’attaccante ammirato all’inizio dello scorso campionato ma che poi si è andato via via perdendo. La cura Rizzo cui è stato sottoposto negli ultimi mesi è sembrata poterlo riportare all’antico splendore, mentre il discorso cambia per Abdou Doumbia, la cui avventura nel Lecce pare davvero esser giunta al capolinea dopo quattro stagioni passate tra alti e bassi. Su di lui ci sarebbero alcuni club dui Serie B ed altri di pari categoria che vorrebbero assicurarsi le prestazioni del franco-maliano. Di rientro dall’esperienza nel Siracusa c’è Mattia Persano, mandato in Sicilia a farsi le ossa a gennaio, con Michele Marconi che dovrebbe rientrare all’Alessandria per fine prestito, nonostante il Lecce avesse un’opzione per esercitare il diritto di riscatto. Tra i nomi circolate in questi giorni negli ambienti degli addetti ai lavori è tornato a circolare quello del gallipolino Mirko Carretta, da almeno tre sessioni di mercato in predicato di vestire il giallorosso, ma mai approdato nel sodalizio salentino.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.