Tempo di lettura: 2 minuti

mbala-nzola-2LECCE – Nel Girone C, il venticinquesimo turno di campionato di Lega Pro ha fatto registrare una doppietta da leggenda, permettendo alla Virtus Francavilla l’onore di infliggere al quotato Matera di mister Gaetano Auteri la prima sconfitta stagionale casalinga (2-3). Parliamo di M’Bala Nzola, attaccante francesce di origini angolane, non ancora 21enne, che ha dimostrato tutto il suo valore dapprima al 30°, quando ha bruciato tutta la difesa lucana partendo dalla propria metà campo e beffando il portiere biancazzurro Tozzo con un pallonetto, quindi al 76° su un magistrale calcio di punizione dal limite. Non a caso, un talent scout qual è Pantaleo Corvino lo ha già acquistato per la propssima stagione e lo porterà alla Fiorentina convinto delle sue grandi doti tecniche ed atletiche.

Ma a far stropicciare gli occhi è stato soprattutto la prima rete del centravanti che, per dinamica, ha ricordato la straordinaria realizzazione messa a segno da un mostro sacro del calcio internazionale chwe risponde al nome di George Weah all’epoca in cui giocava in Serie A con il Milan. Era il settembre del 1996, la prima giornata di campionato, e si giocava un Milan-Verona. Il liberiano prese palla nella sua area di rigore, ripartendo a razzo verso la porta avversaria e segnando dopo un coast to coast inarrestabile che fece venir giù lo stadio di “San Siro“.

Ecco le immagini di quella grandiosa giocata:

Qui, invece, vi proponiamo la prima strepitosa marcatura realizzata allo stadio “Franco Salerno – XX Settembre” da Nzola:

Tuttavia, a Lecce preferiamo ricordare un’analoga prodezza firmata Juan Guillermo Cuadrado, all’epoca calciatore giallorosso nella squadra allenata da Serse Cosmi che, in una sfida-salvezza contro il Siena del 19 febbraio 2012, realizzò un altro meraviglioso coast to coast, mettendo a sedere il portiere avversario, scavalcato con tocco morbido.

Questo il video del gol che fece innamorare i tifosi leccesi del riccioluto funambolo colombiano oggi tra le fila della Juventus:

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.