Tempo di lettura: 4 minuti
Salvatore Caturano
Salvatore Caturano

LECCE – Il Lecce torna alla vittoria in una gara combattuta contro un Siracusa tutt’altro che arrendevole. Caturano porta in vantaggio i padroni di casa su Calcio di rigore e, quando gli ospiti potrebbero pareggiare sempre dagli undici metri, ci pensa Perucchini a salvare il risultato. Poco più tardi è ancora il Lecce a passare grazie ad un clamoroso autogol di Malerba e, nel finale, a nulla serve il goal di De Silvestro. I padroni di casa conquistano la vetta della classifica complice la sconfitta del Foggia sul campo del Taranto e aspettano il match del Matera che, in caso di vittoria, aggancerebbe i giallorossi in prima posizione.

Primo tempo

1′ Padalino schiera Ciancio al posto di Agostinone che, dopo l’infortunio di Caserta, non è al meglio, a centrocampo prima da titolare per Costa Ferreira mentre in attacco Caturano è affiancato da Pacilli e Doumbia. Ritorno tra i pali del Via del Mare per Filippo Perucchini

10’ La prima grande occasione è per il Siracusa, Catania crossa al centro per Catania che prova la battuta a rete a botta sicura ma trova la grande opposizione di Perucchini e Cosenza bravi a deviare in calcio d’angolo.

19’ Pacilli prova l’incursione nell’area avversaria dalla destra e viene atterrato da Malerba ma il direttore di gara lascia correre.

25’ Il Lecce reclama un calcio di punizione dal limite per un presunto fallo di mano di un difensore siciliano ma l’arbitro lascia correre.

26’ Calcio di punizione per il Lecce, Arrigoni tocca per Mancosu ma la difesa del Siracusa è brava a murare la conclusione del sardo.

28 De Silvestro affonda sulla fascia sinistra e prova il cross teso al centro ma Perucchini e Cosenza liberano senza problemi.

30 Caturano sfugge alla marcatura della difesa siracusana, entra in area e prova un rasoterra sul primo palo ma trova la buona respinta con i piedi di Santurro.

33’ Dentice atterra sulla trequarti Doumbia e viene ammonito dal direttore di gara. Il calcio di punizione lo batte Arrigoni che spedisce il pallone direttamente centrale tra le braccia di Santurro.

40 Costa Ferreira d’esperienza prova l’incursione in area da posizione defilata in copertura va Toscano che atterra il portoghese. Per l’arbitro è calcio di rigore. I siciliani protestano e a farne le spese è Catania che viene ammonito.

41’ GOAL LECCE – Dal dischetto si presenta Caturano, Santurro prova ad infastidire il numero diciotto giallorosso che batte perfettamente il calcio di rigore e porta il Lecce in vantaggio. Lecce 1 Siracusa 0!

Secondo tempo

48′ Brutto errore di Vitofrancesco che prova un passaggio verso Perucchini ma lo fa intercettare da De Silvestro obbligando il portiere giallorosso all’uscita scomposta per sventare il pericolo. Calcio di rigore per il Siracusa

50′ Brutto battibecco tra Catania e Doumbia con il francese che colpisce l’avversario con una manata. Ammonito dal direttore di gara.

51′ Dal dischetto si presenta Catania che tira alla destra di Perucchini che vola e sventa il pericolo.

59′ GOAL LECCE – Calcio di punizione dalla sinistra battuto da Costa Ferreira che imbecca Caturano il cui colpo di testa va a sbattere sul palo. Il pallone rimane vagante in area, Malerba prova a spazzare ma lo manda incredibilmente alle spalle di Santurro.

63′ Toscano atterra sulla trequarti Mancosu. Ammonito.

64′ Primo cambio nel Siracusa: Russo per Spinelli.

69 Secondo cambio nel Siracusa: Valente per Azzi.

73′ Valente addomestica un pallone che viene recuperato al limite dell’area dal rientrante Caturano che serve Doumbia. Il pallone viene recapitato a Pacilli che prova la botta sul primo palo ma trova l’opposizione di Santurro.

74′ GOAL SIRACUSA – Sul capovolgimento di fronte la difesa del Lecce va a vuoto su un cross basso dalla destra. Il pallone raggiunge De Silvestro che insacca a porta vuota.

75 Terzo e ultimo cambio nel Lecce: Scardina lascia il posto a De Respinis.

76′ Primo cambio nel Lecce: Fiordilino entra al posto di Arrigoni.

80′ Secondo cambio nel Lecce: Vitofrancesco lascia il posto ad Agostinone.

85′ Catania porta a spasso Costa Ferreira e Pacilli che lo atterra vicino al cerchio di centrocampo e si fa ammonire.

87′ Terzo e ultimo cambio per il Lecce: entra Lepore ed esce Costa Ferreira.

90′ L’arbitro assegna 5 minuti di recupero.

90+5′ Il Lecce gestisce bene, porta a casa la vittoria e la vetta della classifica grazie alla sconfitta del Foggia sul campo del Taranto.

Commenti

2 Commenti

  1. Oggi salviamo solo il risultato e il portiere, insieme alla grinta di Caturano e all’impegno di Doumbia… Vitofrancesco da prendere a calci.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.