Tempo di lettura: 1 minuto
ciullo martina
Salvatore Ciullo

LECCE – Non c’è pace per il Taranto. La società jonica è infatti al secondo esonero stagionale di un allenatore. Dopo la sconfitta subita ad Andria, con la rimonta da parte dei padroni di casa (2-1), il club ha deciso di cambiare nuovamente guida tecnica, sollevando dall’incarico Fabio Prosperi e Pantaleo De Gennaro. Sulla panchina del Taranto Fc 1927 è stato chiamato il salentino Salvatore Ciullo, che in passato ha allenato Martina Franca, Brindisi e Juve Stabia ed al quale si chiede di centrare la salvezza.

Ecco il comunicato stampa ufficiale: ”Il Taranto FC 1927 comunica che il Sig. Pantaleo De Gennaro ha rassegnato le dimissioni dall’incarico di allenatore della prima squadra. La Società, apprezzandolo per le doti umane dimostrate, lo ringrazia per l’impegno, la correttezza e la professionalità. A seguito di tali dimissioni l’intero staff tecnico a disposizione di mister De Gennaro (Fabio Prosperi, Vincenzo Gagliano, Ciro Gallo, Antonio Bruno) non proseguirà la propria attività all’interno della Società. Il Taranto FC 1927 porge il proprio ringraziamento e augura a tutti futuri successi professionali”.

Si tratta del secondo avvicendamento in questo tribolato campionato, nel quale i rosoblù sono stati ripescati, allestendo una squadra in poco tempo e senza grossi budget a disposizione. Prima del duo Prosperi/De Gennaro, ad ottobre sdello scorso anno era toccato al tecnicvo Aldo Papagni (il quale è ancora sotto contratto) ricevere il benservito e lasciare sopazio all’ex capitano tarantino, nel frattempo diventato allenatore.

Il Taranto in classifica occupa la terz’ultima posizione, a quota 21 punti, in coabitazione con Catanzaro ed Akragas, mentre alle loro spalle ci sono soltanto il Melfi a 17 ed il fanalino di coda Vibonese che chiude la graduatoria con appena 16 punti.

 

Commenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.