Tempo di lettura: 5 minuti

lecce-melfiLECCE – Il Lecce ritorna alla vittoria al “Via del Mare” battendo il Melfi per 3-1 grazie alle reti di Doumbia, Caturano e Mancosu, autore del gol della sicurezza nei minuti di recupero a seguito di una partita tenuta in piedi dalle parate di Gragnaniello, estremo difensore del Melfi, e dal pomeriggio shock del direttore di gara, Paterna di Teramo, alle prese con tantissime decisioni viste e rivisitate in momenti clou della contesa. 

1’ Padalino opta per Bleve in porta e lascia in panchina capitan Lepore. Il solito 4-3-3 dei giallorossi vede il tridente Pacilli-Caturano-Doumbia e Tsonev spostato nel ruolo di mezzala destra, con il rilancio di Arrigoni. Il Melfi si schiera in modo parzialmente speculare, anche se la punta centrale Foggia arretra spesso nel cerchio di centrocampo, provando ad agire da trequartista.

2’ De Vena s’imbatte in uno slalom dal vertice basso dell’area di rigore, aggiramento su Giosa seguito però da un tiro fuori misura.

8’ Prima occasione per il Lecce. Tsonev mette in moto Vitofrancesco sulla fascia destra, cross ben misurato per la testa di Caturano, conclusione sventata dal tuffo di Gragnaniello.

11’ Corner di Pacilli respinto dalla difesa del Melfi, Contessa prova la bordata di sinistro, pallone ampiamente sopra la traversa.

13’ Palla-gol colossale per il Lecce. Doumbia aggira la marcatura di Romeo e salta con un dribbling secco Laezza, scodellata al centro per Caturano che s’avvita troppo e fallisce l’appuntamento con il gol mandando di poco a lato.

14’ Tiro dal limite di Doumbia, Gragnaniello si tuffa alla propria destra e respinge a mano aperta.

20’ Mancosu prova a pescare Pacilli con una palla morbida che taglia tutta l’area, tiro di collo pieno tentato dall’ex Trapani che si perde sul fondo.

25’ GOL LECCE. Caturano s’inventa dal nulla una grandissima imbucata centrale che inganna la difesa del Melfi, Doumbia scatta sul filo del fuorigioco, rivitalizza una traiettoria destinata sul fondo e aggira l’uscita di Gragnaniello con un piatto preciso che termina docile in rete.

29’ GOL LECCE. Raddoppio immediato del Lecce. Doumbia sfonda ancora una volta sulla fascia sinistra, cross teso che Caturano aggredisce come un falco, tocco d’esterno che anticipa Laezza e rende vano il tentativo d’intervento di Gragnaniello.

31’ Vitofrancesco conquista lo spazio giusto sulla destra a seguito di un calcio d’angolo corto e crossa senza indugi, Drudi si fionda al centro dell’area e colpisce di testa, traversa sfiorata.

36’ Prima parata di Marco Bleve. Il portiere giallorosso blocca senza difficoltà una punizione da distanza proibitiva di De Angelis.

40’ Foggia atterra Pacilli al limite dell’area e si becca l’ammonizione. Sugli sviluppi, lo stesso Pacilli manda sopra la traversa.

42’ Caturano rompe gli indugi per vie centrali e mira al secondo palo, tiro che si spegne sui cartelloni pubblicitari.

45’ GOL MELFI. Foggia risolve un batti e ribatti nell’area del Lecce mandando in rete di tap-in, il primo assistente annulla per fuorigioco ma il direttore di gara decreta la rete tra le proteste dei calciatori del Lecce. Partita rimessa in discussione.

Secondo tempo

2’ Cross quasi casuale di Drudi dalla trequarti: Doumbia, pressato da Laezza, colpisce in modo sporco, nessun problema per Gragnaniello.

9’ Vitofrancesco si sgancia ancora un volta in modo egregio, liberandosi per ricevere al meglio il suggerimento di Arrigoni, traiettoria tesa al centro raccolta dal piattone di Doumbia, parata di Gragnaniello che fa buona guardia. Da segnalare una trattenuta di De Giosa a Caturano non punita dall’arbitro.

12’ Gol annullato, riassegnato e ancora una volta annullato al Lecce. L’azione: Doumbia, sull’ennesima proiezione offensiva di Vitofrancesco, testa i riflessi di Gragnaniello che si oppone con le gambe. Caturano in scivolata s’avventa sul rimpallo e manda in rete entrando in contatto con il braccio di Gragnaniello che blocca sulla linea. Il guardalinee aggiudica la rete, ma l’arbitro si esibisce in una serie di cambiamenti di decisioni che infiamma il “Via del Mare”. L’ultima, quella che conta, è la cancellazione del gol dell’ex di turno, quindi reo, a giudizio del fischietto teramano, di carica sul portiere.

24’ Punizione di Contessa che sbatte sulla barriera.

30’ Foggia sfiora il gol del pari con un tiro al volo di sinistro sul secondo palo su cross ben calibrato da Mangiacasale. Brividi al “Via del Mare”.

36’ Parata prodigiosa di Gragnaniello che tiene in piedi i suoi. Il numero 1 del Melfi, con un tuffo d’angelo, toglie letteralmente dalla rete il colpo di testa di Caturano, imbeccato da un attivissimo Vitofrancesco.

47′ De Angelis manda sulla barriera una pericolosa punizione dal limite. La deviazione di Giosa innesca un contropiede. Il Lecce, in 3 contro 1, spreca malamente: Caturano, nel tentativo di scaricare al centro per Torromino, sbaglia la misura del suggerimento e favorisce l’uscita del portiere. 

48′ GOL LECCE. Partita in ghiaccio. Caturano si riscatta dell’errore commesso in precedenza e, al secondo contropiede, non si fa perdonare. Progressione e assist per Mancosu che, in area, non perdona Gragnaniello e mette dentro il punto del 3-1.

Il Tabellino

Lecce-Melfi 3-1

Lecce (4-3-3): 1 Bleve; 2 Vitofrancesco, 14 Giosa, 16 Drudi, 3 Contessa; 13 Tsonev (45’st 20 Maimone), 6 Arrigoni, 4 Mancosu; 11 Pacilli (32’st 10 Lepore), 18 Caturano, 24 Doumbia (42’st 7 Torromino). A disposizione: 12 Chironi, 22 Gomis, 9 Vutov, 15 Freddi, 19 Vinetot, 21 Fiordilino, 23 Ciancio, 25 Persano. Allenatore: Pasquale Padalino.

Melfi (4-3-1-2): 1 Gragnaniello; 23 Romeo, 6 De Giosa, 5 Laezza, 2 Bruno; 25 Marano (23’st 27 Mangiacasale), 29 Vicente (42’st 7 Lodesani), 28 Obieng; 9 Foggia; 20 De Angelis, 18 De Vena. A disposizione: 30 Gava, 17 Esposito, 21 Ferraro, 26 De Montis. Allenatore: Leonardo Bitetto.

Marcatori: 25’pt Doumbia (L), 29’ pt Caturano (L), 45’pt Foggia (M), 47’st Mancosu (L)

Ammoniti: 40’pt Foggia (M), Giosa (L), 43’st De Angelis (M), 46’st Vitofrancesco (L)

Note: pomeriggio nuvoloso, temperatura 13 C, terreno di gioco in sufficienti condizioni. Spettatori 10645 (9242 abbonati, 1403 paganti), incasso totale 38979,20 (27023,20 quota abbonati, 11956,00 incasso paganti). Recuperi 0′ pt, 4′ st.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.