Tempo di lettura: 2 minuti

sergio-contessaLECCE – Dopo un lungo periodo in cui è rimasto in naftalina, da qualche settimana Sergio Contessa sta dando il suo contributo alla causa giallorossa. Sfruttando le proprie caratteristiche tecniche di esterno mancino di difesa, mister Pasquale Padalino lo sta schierando con crescente continuità soprattutto in questa fase del campionato che prevede tante gare in tempi assai ravvicinati. Ragion per cui il turn over è più che mai indispensabile per gli allenatori, costretti a fare i conti con squalifiche ed infortuni o, nella migliore delle ipotesi, alla salvaguardia dello stato generale di forma e condizione della rosa a propria disposizione. Anche nell’ultima trasferta ad Andria, Contessa è stato scelto per far parte ell’undici titolare giallorosso, giocando una gara di sacrificio e grande attenzione che lo ha portato a fare su e giù lungo la corsia sinistra a scapito della precisione nei cross che almeno da quel versante sono comunque partiti verso il centro dell’area di rigore biancazzurra.

Stamane il difensore leccese è stato impegnato nella prima conferenza settimanale della squadra con la stampa, nel corso della quale ha dichiarato: “Chiudere il girone d’andata al primo posto era il nostro auspicio ad inizio di questa stagione. Conosciamo il nostro valore e siamo riusciti ad essere nelle prime posizioni fin da subito; dando continuità ai risultati siamo così riusciti a chiudere questo girone in vetta. Ora, dalla gara di giovedì contro il Monopoli inizierà il girone di ritorno. Nella seconda parte del campionato capiterà spesso di incontrare formazioni meno attrezzate sulla carta, che punteranno tutto sulla fisicità e sull’agonismo. Bisognerà adattarsi a situazioni del genere e rispondere anche noi da un punto di vista agonistico. A livello personale credo di poter migliorare ancora tanto. Non penso di aver espresso appieno il mio potenziale. La continuità mi servirà per migliorare di gara in gara. Il Monopoli? Probabilmente sarà una gara sulla falsariga di quella di Andria: chi gioca contro di noi ha questo tipo di atteggiamento. Starà a noi sfruttare i punti deboli dell’avversario ed essere cinici per portare a casa una vittoria. Dopo questo girone d’andata abbiamo affrontato tutte le squadre. Tra le avversarie della zona alta della classifica, a mio modo di vedere, quella che ha espresso il miglior gioco e mostrato più compattezza è stata il Matera”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.