Tempo di lettura: 3 minuti

francesco-cosenzaLECCE – Dopo un avvio di stagione un po’ in sordina ed alcune gare guardate dalla panchina, col trascorrere delle settimane lo stato di forma di Ciccio Cosenza, gladiatore della difesa del Lecce, è luievitato fino a farne uno dei calciatori dal migliore rendimento nella rosa giallorossa. Nelle ultime uscite in campionato, il roccioso numero 5 leccese si è fatto apprezzare per tenacia, tempismo ed interventi salva-risultato come quello su Reginaldo in avvio di match contro la Paganese, quando le due squadre erano anora ferme sullo 0-0. Mister Padalino ora lo sta impiegando con continuità, la stessa dimostrata dal giocatore in queste apparizioni, che gli hanno garantito il ritorno tra i titolari.

Oggi pomeriggio, Cosenza ha incontrato la stampa locale per fare il punto della situzione in casa-Lecce, con i giallorossi che hanno mantenuto il primato in classifica solitario anche dopo il recupero tra Matera e Juve Stabia chiuso sul 2-2, che ha lasciato Lepore e compagni con 2 punti di vantaggio sulle inseguitrici: “Dopo Matera-Juve Stabia lo spogliatoio ha reagito con positività, ma siamo consapevoli che qui nessuno ci regalerà nulla. Credo che fino alla fine tutte le pretendenti alla B saranno lì; vincerà chi sbaglierà meno. Al momento la classifica dice che i favoriti siamo noi, con Matera e Juve Stabia, ma bisogna guardarsi anche da Foggia, Cosenza e dalla stessa Fidelis Andria”.

Già, siamo nella settimana che porterà al derby di sabato pomeriggio ad Andria, ultima fatica del girone d’andata. Ecco il commento del difensore calabrese: “Ci aspetta una battaglia: su 26 punti, l’Andria ne ha realizzati 18 in casa, fermando anche squadre importanti. Si tratta di una compagine costruita bene, che gioca in modo molto aggressivo. I ritmi saranno alti e sappiamo che sarà una partita tosta, ma non vediamo l’ora di giocare gare così. Segnano e subiscono poco? Le statistiche lasciano il tempo che trovano, ogni partita è una storia a sè. Ma è innegabile che sia un gruppo ben allestito e dal grande potenziale offensivo. Di loro conosco Mancino”.

Impossibile non chiedergli un parere sul divieto di andare in trasferta imposto ai tifosi del Lecce: “È una questione ridicola che scredita la Tessera del Tifoso. Si tratta di una partita di calcio, non di una guerra. Si parla tanto di sensibilizzare bambini e famiglie per fargli affollare gli stadi e poi vietano le trasferte. Ovvio che siamo dispiaciuti di non avere i nostrui tifosi al seguito, anche perchè era una trasferta che richiede solo un paio d’ore di viaggio”.

ciccio-cosenza-lecce-reggina-1-0Sul girone d’andata che si chiude sabato, Cosenza non mostra segni di appagamento: “Non pensiamo al fatto di essere primi perchè adesso non significa nulla. Abbiamo fatto un buon percorso, ma dobbiamo crescere perchè abbiamo lasciato qualche punto per strada. Con serenità proseguiamo il cammino: la squadra è stata costruita ad immagine e somiglianza del nostro mister: ogni interprete risponde a delle ben precise caratteristiche per un determinato modulo, ma sappiamo adattarci anche ai cambiamenti in corsa e in questo gruppo ribadisco che c’è una grande cultura del lavoro”.

A livello personale, il difensore ex Reggina aggiunge: “Non mi infastidisce nessuna critica, soprattutto se è costruttiva, ma ricordo che siamo una squadra che crea tanto ed è inevitabile lasciare a volte degli spazi agli avversari”.

Infine, una considerazione su Lecce e sul Lecce: “Per me è stata una scelta di vita; si tratta di una piazza che esula da ogni categoria. Prima di approdare qui non nascondo che avevo richieste anche in B. Ma il richiamo che hanno questi colori è irrinunciabile e poi io ho un sogno che vorrei realizzare: superare le 200 presenze in Cadetteria e vorrei farlo con questa maglia… Il nostro punto di forza è rappresentato dal gruppo. Qui si respira aria positiva anche sugli spalti e questo è un aspetto fondamentale. Il punto debole potrebbe essere rappresentto da noi stessi quando iniziamo a compiacerci troppo”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.