Tempo di lettura: 4 minuti
tsonev-tira-e-segna-al-taranto
Il tiro vincente di Tsonev

TARANTO – Il Lecce batte di misura il Taranto allo “Iacovone” e dà continuità all’importantissimo successo di domenica scorsa in casa della Juve Stabia. L’1-0 che decide un derby che mancava dalla stagione 1991-’92 è firmato dal destro fulminante di Radoslav Tsonev, al secondo gol in campionato dopo il sussulto di domenica scorsa al “Menti“. I rossoblù però protestano per una rete non assegnata a Potenza a seguito di una “frittata” commessa in avvio di ripresa da Gomis, ma Pambianchi e compagni hanno faticato tantissimo a costruire solari occasioni da gol. Il Lecce, dal canto suo, ha inserito il pilota automatico per tre quarti della partita, presentandosi poche volte dalle parti di Maurantonio dopo la rete del centrocampista bulgaro. 

Primo tempo

1’ Cambi per mister Pasquale Padalino, che lascia in panchina Pacilli e Torromino per affidare le chiavi dell’attacco a Doumbia e Lepore, inediti assistenti di Sasà Caturano. A centrocampo si rivede dall’inizio Tsonev, perno destro della mediana con Arrigoni, rientrato dal 1’ al posto di Fiordilino, e Mancosu. Il Taranto opta per un 3-4-3 con l’eclettico Bollino perno destro del tridente insieme a Magnaghi e Paolucci.

2’ Bollino tenta di schiudere la difesa leccese con un’incursione centrale, Giosa chiude in scivolata.

9’ Punizione di Lepore da ottima posizione, sulla barriera.

10’ Corner ben battuto nell’area tarantina, tutti al centro bucano e la sfera arriva a Contessa, sassata di sinistro che centra l’incrocio anche se l’arbitro un istante prima aveva fermato il gioco.

11’ GOL LECCE. Caturano scarica centralmente per Tsonev che dai venti metri esplode un destro al fulmicotone che beffa Maurantonio sul primo palo. Gol spettacolare del bulgaro.

14’ Caturano riceve palla in area e gira in porta di sinistro, Maurantonio balbetta un po’ ma blocca in due tempi. Sul ribaltamento di fronte Bollino pesca Paolucci nel cuore dell’area, ma quest’ultimo fallisce l’aggancio vincente.

17’ De Giorgi mette dentro un buon pallone dalla destra, Giosa respinge su Magnaghi, conclusione respinta.

21’ Arrigoni scarica in porta al volo dopo una respinta di testa di Stendardo, Maurantonio si tuffa alla propria sinistra e respinge a mano aperta.

28’ Calcio di punizione di Potenza ben scodellato in area per Magnaghi, girata di testa controllata da Gomis.

40’ Capovolgimento di fronte condotto male dal Lecce. Tsonev porta palla sul centrodestra e allarga per Mancosu che, solo di fronte a Maurantonio, sbuccia il sinistro e manda fuori.

Primo tempo: Lecce che fa valere il maggior tasso tecnico, capitalizzato con il vantaggio di Tsonev e mantenuto per lunghi tratti anche per il resto del primo tempo. Il Taranto, salvo qualche fiammata conclusa senza l’appuntamento con la battuta a rete, ha cercato di contenere le percussioni degli avversari, registrando la retroguardia soltanto con il passare dei minuti per poi sudare freddo nell’occasione fallita da Mancosu.

mancosu-col-tarantoSecondo tempo

1’ Stop e tiro da fuori area di Magnaghi che manda alto con il sinistro.

2’ Magnaghi mette in movimento Potenza, stop di suola e destro velenoso dal vertice basso dell’area sul quale Gomis prima compie la frittata e poi recupera la posizione schiaffeggiando il pallone fuori dallo specchio tra le vibranti proteste

3’ Ottima occasione per Lepore che controlla nel cuore dell’area e tenta il tiro in buca d’angolo, Stendardo alza la gamba, devia e salva i suoi.

4’ Azione fotocopia rispetto al gol non gol del 2’. Potenza riceve da Magnaghi, punta Ciancio e converge al centro prima di un tiro che termina sull’esterno della rete dopo il tocco del terzino giallorosso. Sul conseguente corner Bobb raccoglie la respinta e scaglia un sinistro rabbioso che la difesa del Lecce manda in angolo.

8’ Tiro di Lepore, Maurantonio controlla senza difficoltà.

13’ Angolo di Contessa, terzo tempo di Giosa che svetta sui difensori rossoblù, ma l’inzuccata è debole ed imprecisa.

18’ Dall’ennesimo calcio d’angolo in attacco sfruttato male dal Lecce, nonostante uno sgusciante Tsonev capace di mettere paura alla difesa avversaria, parte un pericoloso contropiede che Potenza non riesce a sfruttare. Il servizio centrale per Paolucci è impreciso.

25’ Torromino esplode il destro e testa i riflessi di Maurantonio, che respinge con i pugni la bordata dell’ex Crotone.

27’ Tiro da fuori del neo entrato Lo Sicco, potente ma non angolato al massimo per battere Gomis, che tocca in angolo.

38’ Conclusione al volo di Bobb dopo un colpo di testa di Lepore, sul fondo.

46’ Assalto disperato del Taranto. Calcio d’angolo di Lo Sicco neutralizzato dalla difesa, Paolucci controlla ma tira ampiamente a lato.

48’ Viola conquista un ottimo spazio sulla trequarti e tira, Gomis respinge di pugno.

49’ De Giorgi controlla e calcia un pallone da fuori area, alto.

Il tabellino

Taranto-Lecce 0-1

Taranto(3-4-3): 1 Maurantonio; 6 Stendardo, 3 Pambianchi, 4 Nigro;2 De Giorgi, 8 Sampietro (27’st 26 Lo Sicco), 28 Bobb, 7 Potenza (22’ st 29 Viola); 10 Bollino, 9 Magnaghi (44’st 17 Balzano), 5 Paolucci. A disposizione: 12 Pizzaleo, 11 Balistreri, 13 De Salve, 16 Russo, 21 Garcia, 24 Langellotti, 33 Pirrone, 37 Ranieri. Allenatore Fabio Prosperi

Lecce (4-3-3): 22 Gomis; 23 Ciancio, 16 Drudi, 14 Giosa, 3 Contessa; 13 Tsonev (31’ st 20 Maimone), 6 Arrigoni, 4 Mancosu (40’ st 19 Vinetot); 10 Lepore, 18 Caturano, 24 Doumbia (15’ st 7 Torromino). A disposizione: 1 Bleve, 12 Chironi, 2 Vitofrancesco, 9 Vutov, 11 Pacilli, 15 Freddi, 17 Capristo, 21 Fiordilino, 25 Persano. Allenatore Pasquale Padalino.

Marcatori 11’ pt Tsonev (L)

Ammoniti 7’ pt Stendardo (T), 45’ pt Tsonev (L), 32’ st Giosa (L)

Arbitro Paolini di Ascoli Piceno (Li Volsi-Meozzi)

Note Spettatori 6500 circa (800 supporters ospiti) Statistiche: tiri in porta 3-6, tiri fuori/respinti 9-7, cross 8-17, corner 5-9, falli subiti 14-11, offside 1-4.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.