Tempo di lettura: 5 minuti

img_5944LECCE – Il Lecce fallisce il ritorno alla vittoria ed impatta in casa 1-1 contro il Cosenza dopo una partita tutt’altro che memorabile, gettando così al vento altri due punti nella corsa al vertice dopo i pareggi delle concorrenti Foggia, Juve Stabia e Matera. Gli ospiti passano in vantaggio alla mezz’ora del primo tempo con il sussulto di Statella, ben servito da Mungo sul filo del fuorigioco e puniscono i giallorossi incapaci di rendersi pericolosi dentro l’area avversaria. Nel secondo tempo c’è il sussulto d’orgoglio e dieci minuti di fuoco sono coronati dalla gran rete di Mancosu, che pesca il jolly con un tiro al veleno. Nel finale c’è spazio pure per qualche rimpianto, ma pochissime emozioni per tentare il successo. 

Primo tempo

1’ Cambi prevedibili per Pasquale Padalino. Se pareva ovvio il rilancio di Gomis dal 1’ al posto dello squalificato Bleve, non è la stessa cosa la scelta caduta su Doumbia per la sostituzione di Caturano (il franco-maliano largo nel tridente con Torromino centrale) e quella di lasciare in panca Arrigoni a beneficio di Fiordilino. Il Cosenza, schierato con un 4-2-3-1, punta su Gambino al centro dell’attacco, coadiuvato dal trio di rifinitori Statella-D’Anna-Criaco.

4’ Palla dentro di Pacilli per l’inserimento di Doumbia, anticipato dalla perfetta diagonale di Ranieri.

8’ Statella recupera un pallone diretto alla linea di fondo e vince un rimpallo con Vitofrancesco, flipper che per poco non favorisce Gambino, annullato dal ritorno dello stesso Vitofrancesco sulla linea dell’area piccola.

10’ Apertura di Pacilli per Doumbia, controllo sul vertice alto dell’area di rigore, accentramento e sinistro centrale, Perina blocca.

12’ Verticalizzazione per Mungo per Gambino, bravo a partire sul filo del fuorigioco eludendo Giosa. Gomis esce fuori dall’area e mura con il corpo il pallonetto della punta cosentina.

17’ Tiro da fuori di Lepore smorzato dalla gamba di un difensore del Cosenza, Perina blocca centralmente.

22’ Torromino apre un varco sulla destra, piatto di sinistro dopo un dribbling secco, Perina controlla senza problemi. Il Lecce si esprime bene sulla fascia di Pacilli, sempre pericoloso e veloce nel ribaltare l’azione

24’ Cross a pelo d’erba di Lepore, Perina anticipa tutti e blocca in tuffo.

27’ Lepore attacca bene uno spazio libero tra le linee cosentine, destro in diagonale che si perde sul fondo.

30’ GOL COSENZA. Cosenza in vantaggio alla prima occasione. Cross dalla trequarti di Criaco per Mungo, appostato al centro dell’area (in dubbio fuorigioco), sponda di testa precisa per l’accorrente Statella che colpisce in modo sporco ma tocca quel tanto che basta per mettere fuori causa Gomis.

34’ Mancosu tenta la sorte con un sinistro dai venti metri, alto.

36’ Lungo giro palla del Lecce sulla trequarti concluso da un tiro velleitario di Lepore, Perina si distende e blocca. I giallorossi faticano enormemente a bucare la difesa cosentina, sempre alta e attenta sugli uno contro uno, e sono costretti troppo spesso alla bordata da lontano.

45’ Mancosu riceve palla da Doumbia e prova la progressione centrale riuscendo ad aggirare Tedeschi prima di un piatto di sinistro che termina fuori.

46’ Singolare situazione in conclusione di primo tempo. Il direttore di gara Proietti fischia la fine proprio mentre Statella scaglia un destro vincente all’incrocio. Gol non valido, ma il Lecce rischia tantissimo.

Primo tempo: Lecce in difficoltà dalla cintola in su. I giallorossi non riescono ad avere ragione della difesa del Cosenza a causa dei frequenti raddoppi sulle fasce e dei rientri arretrati dei centrocampisti. La squadra di Roselli, in più, è premiata dall’unica vera occasione da gol di tutta la prima frazione, ma nel complesso le manovre offensive sono più pungenti. La retroguardia leccese balla un po’ troppo e c’è difficoltà nel costruire qualcosa nel modo giusto dalla propria metà campo.

img_5906Secondo tempo

9’ Doppio cambio per il Lecce. Contessa e Persano rilevano Pacilli e Ciancio. I giallorossi si dispongono con il 4-4-2: Doumbia si posiziona largo a sinistra e Lepore agisce a destra, con Fiordilino-Mancosu centrali. Dietro, Vitofrancesco rimane a destra e Contessa gioca nel ruolo naturale di terzino sinistro.

14’ Mungo mette paura a Gomis con un esterno dai venti metri sul centrodestra, a lato di un soffio.

16’ Il Lecce abbozza una reazione. Lepore, dal cuore dell’area, trova il tempo per un sinistro, deviato in corner dal recupero di Blondett. Dalla bandierina il capitano giallorosso scambia con Vitofrancesco, cross morbido per Giosa che svetta su tutti ma manda fuori.

18’ Batti e ribatti nell’area cosentina, sfera respinta su Mancosu, tiro di sinistro scagliato senza indugi che termina a fil di palo.

20’ GOL LECCE. Mancosu guida in solitaria il ritorno del Lecce. Il centrocampista sardo addomestica sul centrosinistra della trequarti, apparecchia e serve un sinistro terrificante che s’infila all’incrocio.

26’ Il Cosenza s’abbottona con l’ingresso di Corsi per Mungo e irrobustisce la mediana.

27’ Statella tira di controbalzo su assist di Baclet, Gomis non abbocca e blocca.

29’ Persano lotta in area su un calcio d’angolo e s’avvita, palla alta da buona posizione.

31’ L’ingresso di Vutov, entrato per Doumbia, riporta il Lecce al 4-3-3.

36’ Perina tiene a galla il Cosenza. Vitofrancesco mette in moto Torromino, più veloce dell’avversario ma impreciso nella scelta di tempo e costretto ad incassare il grande intervento del portiere rossoblù.

47′ Colossale occasione sprecata dal Lecce. Su un cross di Vitofrancesco la difesa cosentina buca le chiusure, ma Torromino colpisce con lo stinco e manda a lato.

Il tabellino

Lecce-Cosenza  1-1

Lecce (4-3-3): 22 Gomis; 2 Vitofrancesco, 5 Cosenza, 14 Giosa, 23 Ciancio (9’ st 3 Contessa); 10 Lepore, 21 Fiordilino, 4 Mancosu; 11 Pacilli (9’ st 25 Persano), 7 Torromino, 24 Doumbia (31’ st 9 Vutov). A disposizione: 12 Chironi, 6 Arrigoni, 13 Tsonev, 15 Freddi, 16 Drudi, 17 Capristo, 19 Vinetot, 20 Maimone. Allenatore Pasquale Padalino.

Cosenza (4-3-3): 1 Perina; 21 Ranieri, 5 Tedeschi, 6 Blondett, 28 Scalise; 8 Caccetta, 25 Mungo (23’ st 2 Corsi); 7 Criaco, 23 D’Anna, 11 Statella (37’ st 10 Cavallaro); 9 Gambino (26’ st 16 Baclet). A disposizione: 22 Saracco, 4 Capece, 13 Meroni, 14 Appiah, 15 Bilotta, 26 Madrigali. Allenatore Giorgio Roselli.

Marcatori 30 ’pt Gambino (C), 20’ st Mancosu (L)

Ammoniti 28’ pt Lepore (L), 4’ st Pacilli (L), 19’ st Perina (C), 22’ st Torromino (L), 34’ st Fiordilino (L), 35’ st Caccetta (C),

Note: serata fresca e serena, temperatura 10 C, terreno di gioco in ottime condizioni. Spettatori 11434 (9242 abbonati, 2192 paganti), incasso totale 47946,20 euro (quota abbonati 27023,20, incasso paganti 20923,00). Recuperi 0’ pt, 4′ st. Calci d’angolo 7-2.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.