Tempo di lettura: 1 minuto

calabroFRANCAVILLA FONTANA- L’allenatore della Virtus Francavilla Antonio Calabro commenta così la sconfitta ai rigori della sua squadra contro il Lecce, arrivata dopo una partita comunque positiva: “Oggi? Una partita ufficiale contro un avversario, il nostro obiettivo era quello di fare il meglio possibile. Oggi come oggi l’impegno di Coppa ha questo valore, anche se secondo me la formula deve essere cambiata, 90 minuti più rigori ad esempio. Sono contento dei miei ragazzi, sempre in partita e vogliosi di vincere fino alla fine. Sterilità offensiva? Ci dobbiamo arrabbiare e pretendere di più da noi proprio per il fatto che si arriva con semplicità al tiro. I giocatori stessi hanno voglia e devono cercare più il tiro, evitando di entrare in porta con la palla. Ma ripeto, oggi m’interessava vedere la voglia e la squadra si espressa bene”.

Archiviata la Coppa Italia di Lega Pro, il focus si sposta subito sul match di domenica, una sorta di scontro diretto contro la Vibonese: “Per me la partita più importante è sempre la successiva. Da adesso in poi penso alla Vibonese, è normale che faremo di tutto per vincere. Bisognerà raccogliere le energie, avevo fatto delle valutazioni per far rifiatare qualcuno ma l’infortunio di Triarico mi ha costretto a far giocare 120 minuti elementi che dovranno essere in campo domenica. Non ho visto l’ultimo rigore per dare una pacca sulla spalle ad Abate, mi ha detto ‘mister non è anno’ ma gli ho risposto che il campionato finisce a giugno. Noi possiamo aiutarlo, ma in campo deve trovare forza da solo”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.