Tempo di lettura: 2 minuti

Antonio Giosa LecceLECCE – Domenica scorsa a Siracusa, il difensore del Lecce, Antonio Giosa, ha ritrovato la maglia da titolare dopo due gare in cui era rimasto in panchina per riprendere la forma migliore dopo un colpo ricevuto a partita in corso da un compagno nel match vinto contro l’Akragas. Un imprevisto risolto in fretta e che ha permesso al compagno di reparto Mirko Drudi di esordire in maglia giallorossa e farsi apprezzare dai suoi nuovi tifosi. Al “De Nicola” la retroguardia dei salentini non ha incassato reti per la terza domenica di fila e, in coppia al centro della difesa con Ciccio Cosenza, sta trovando i giusti automatismi e la necessaria intesa. Oggi pomeriggio Giosa ha parlato alla stampa del suo momento e di quello attraversato dalla squadra in generale: “Domenica abbiamo ottenuto una bella vittoria su un campo che tra qualche mese risulterà più difficile di quello che può sembrare ora. Il Siracusa non è una squadra da ultimo posto. Zero reti subite nelle ultime tre gare? Come in tutte le cose c’è sempre da migliorarsi e lavorare… Come non eravamo preoccupati venti giorni fa, non ci sediamo sugli allori adesso che siamo la migliore difesa. La nostra squadra ha una cultura del lavoro molto alta, siamo tutti ragazzi che hanno voglia di lavorare e migliorarsi e poi tutti si mettono a disposizione del proprio compagno. La prossima gara con la Reggina per me sarà particolare; dovremo affrontarli con grande attenzione, sono un buon gruppo, propositivo come nelle corde del suo allenatore (Karel Zeman, ndr). Il testa a testa con il Foggia? Non c’è solo la formazione rossonera, anche il Matera è una squadra da tenere d’occhio, come la Juve Stabia che pure è una squadra costruita per vincere. In questo momento della stagione è presto per guardare in casa delle altre squadre, dobbiamo solo pensare a noi stessi e continuare a fare ciò che stiamo facendo, perché non abbiamo ottenuto ancora nulla. Bisogna continuare a pedalare e cercare di migliorarsi sempre”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.