Tempo di lettura: 2 minuti

Padalino a CotroneiLECCE – C’è la trasferta a Siracusa all’orizzonte per il Lecce reduce dal primo pareggio della stagione contro la Casertana costato alla formazione giallorossa il primo posto in classifica a vantaggio del Foggia che invece guida il Girone C a punteggio pieno. Una sfida non semplice da affrontare per i salentini e con mister Pasquale Padalino che sta valutando alcune possibili variazioni nell’undici inioziale da schierare contro gli aretusei di Andrea Sottil. Stamane, il tecnico leccese ha incontrato la stampa per fare il consueto punto alla vigilia della gara di domani pomeriggio (ore 14:30): “Diciamo che abbiamo recuperato solo in parte le energie impiegate in queste tre gare giocate in una settimana; c’è qualcuno dei miei giocatori che lamenta ancora qualche residuo, ma non si tratta di niente di preoccupante. Sonosoddisfatto perché abbiamo avuto modo di svolgere il lavoro della settimana tipo quindi posso dire che stiamo bene. Ovvio che le nostre valutazioni le facciamo sempre: sia quelle positive, che quelle negative ma, sinceramente, di negativo vedo poco, considerato il fatto che siamo una squadra ampiamente rinnovata che si sta conoscendo. Se vogliamo, possiamo dire che siamo noi la rivelazione di questo girone, la strada è quella giusta. Avrei firmato per una partenza così dopo cinque giornate di campionato che ritengo molto, ma molto positivo. Ci sono logicamente ancora delle cose da mettere a posto, ma il pareggio con la Casertana deve darci lo stimolo per vivere un altro mese come quello appena vissuto. Sarà d’obbligo guardare gara dopo gara per proseguire il nostro cammino se si vuol arrivare fino in fondo. Il Siracusa? Credo che siano stati un po’ sfortunati in queste prime cinque partite. A detta loro, contro di noi vorranno fare risultato pieno perchè non si accontenteranno del pareggio. Proveranno a fare puntial cospetto di quelle squadre contro le quali, almeno sulla carta, partono battuti. Mi aspetto un avversario grintoso, sulla falsariga del carattere di Sottil, tecnico giovane come me che conosco per averci giocato insieme nella Fiorentina e che è un tipo tosto. Se cambierò qualche pedina? Guardiamo sempre il meteo prima di decidere chi mandare in campo. Qualche dubbio ce l’ho sempre…

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.