Tempo di lettura: 4 minuti

arbitro-fourneau-lecce-catanzaro-3-0LECCE – Il Lecce cala il poker di vittorie e s’assesta a quota 12 punti in campionato, tornando primo in solitaria in attesa dell’impegno del Foggia a Francavilla Fontana. I mattatori dell’incontro sono stati ancora loro: Sasà Caturano e Giuseppe Torromino, i gemelli del gol di quest’annata. Il vantaggio, firmato dal bomber di Scampia alla prima occasione, ha rotto l’equilibrio di una partita caratterizzata comunque dalla pericolosità a tratti del Catanzaro, più volte vicino alla rete con Tavares. A sciogliere ogni dubbio è arrivato l’eurogol di Torromino nella ripresa, arrotondato poi dal tris dal dischetto di Caturano, a quota 7 gol in campionato e sempre più capocannoniere del girone C di Lega PRO. 

Primo tempo

1’ Sorpresa nella formazione del Lecce. Padalino schiera dall’inizio Drudi al posto di Giosa. Sulla sinistra Ciancio ritorna al posto di Contessa dopo l’esordio a Melfi. Grandi conferme per il resto dello schieramento, dal trio di centrocampo Mancosu-Arrigoni-Lepore ai tre tenori dell’attacco Pacilli, Caturano e Torromino.

4’ Destro di Torromino che rimbalza di fronte a Grandi, attento comunque nella presa a due tempi.

14’ GOL LECCE. Il Lecce passa in vantaggio alla prima vera occasione. Imbucata centrale di Torromino che pesca in pieno Sasà Caturano, fulmineo nell’incunearsi tra i due centrali catanzaresi prima di un perfetto sinistro che s’insacca in diagonale sul secondo palo.

22’ Passaggio sbagliato di Cosenza all’indirizzo di Vitofrancesco, farraginoso nel controllo che favorisce il recupero palla di Tavares, che serve Giovinco, rasoterra controllato in tuffo da Bleve. Il Lecce prova a gestire il pallone non sparacchiando mai.

28’ Giovinco esplode il destro dai venticinque metri, palla che si perde sopra la traversa.

33’ Pericoloso break del Catanzaro, presentatosi al tiro con Cunzi dopo un contropiede di Tavares che s’invola e supera in qualche modo Drudi e Cosenza all’altezza del vertice alto dell’area prima del servizio per il compagno che conclude debolmente, favorendo l’intervento di Bleve.

35’ Cross di Roselli dalla trequarti, girata di Tavares sulla linea dell’area piccola, Bleve blocca centralmente.

37’ Angolo di Giovinco, colpo di testa di Di Bari, Bleve attento ancora una volta nella presa centrale.

40’ Intervento salva-risultato di Drudi, attentissimo nella marcatura di Tavares, a sua volta innescato da un appoggio debole di Vitofrancesco. L’ex attaccante del Genoa però è stoppato alla grande dal centrale giallorosso, attentissimo in ogni intervento quest’oggi.

44’ Lecce vicino al raddoppio. Pacilli sgroppa sulla destra e trova il pertugio giusto per Torromino che, di piatto, mira al secondo palo ma conclude di poco a lato.

Tempo di recupero: 2′

Secondo tempo

1’ Palla lunga di Vitofrancesco per Torromino, arresto all’altezza della linea fondo e scarico per Pacilli che tira. La conclusione, smorzata da Prestia, è abbrancata da Grandi.

7’ Destro in diagonale di Lepore che attraversa tutto lo specchio della porta e si spegne sui cartelloni pubblicitari.

8’ Mancosu taglia l’area avversaria con una percussione prorompente, piatto centrale sul quale Grandi smanaccia.

9’ Corner corto di Lepore per Pacilli che scaglia un pallone teso in area per Caturano, girata impattata in modo sporco che rimbalza sul rettangolo verde e supera la trasversale.

11’ Giovinco fa tremare il “Via del Mare” ancora una volta dopo una palla persa dalla difesa leccese. Il tiro dell’ex Pisa è indirizzato all’incrocio ma esce di un soffio, con Bleve immobile.

16’ Deliziosa azione del Lecce. Torromino guadagna l’area e converge al centro per Caturano, controllo e tacco smarcante per l’inserimento di Mancosu, tiro domato da Grandi.

21’ Catanzaro pericolosissimo. Esposito ha ampio spazio sulla fascia destra, pennellata tesa al centro dell’area per Tavares che gira bene verso la porta, Bleve si oppone come può col corpo e respinge.

26’ Destro di Torromino, chiuso, che termina sull’esterno della rete.

28’ Altro sussulto di Torromino, autore di un’azione solitaria conclusa da un tiro debole e centrale, raccolto in presa da Grandi senza patemi.

32’ GOL LECCE. Firma d’autore sulla serata del “Via del Mare”. Pacilli conduce un gran contropiede sulla corsia destra, cross al centro per Caturano che controlla in qualche modo nonotstante la marcatura di due difensori, appoggio per Torromino e delizioso arcobaleno che s’infila in rete.

36’ GOL LECCE. Tris Lecce che annichilisce la resistenza del Catanzaro. Caturano gestisce un ottimo pallone in area e si fa atterrare da Prestia, espulso per fallo da tergo e da ultimo uomo. Dagli undici metri, l’attaccante di Scampia non fallisce e trasforma il penalty con un tiro centrale.

45′ Fucilata di Torromino che coglie in pieno Grandi, bravo ad opporsi.

Tempo di recupero: 5′

Il tabellino

Lecce-Catanzaro 3-0

Lecce (4-3-3): 1 Bleve; 2 Vitofrancesco, 5 Cosenza, 16 Drudi, 23 Ciancio (14’ st 3 Contessa); 10 Lepore (24’ st 21 Fiordilino), 6 Arrigoni, 4 Mancosu; 11 Pacilli, 18 Caturano (40’ st 25 Persano), 7 Torromino. A disposizione: 12 Chironi, 22 Gomis, 8 Monaco, 9 Vutov, 13 Tsonev, 14 Giosa, 17 Capristo, 19 Vinetot, 20 Maimone, 21 Fiordilino. Allenatore: Pasquale Padalino

Catanzaro (3-4-1-2): 1 Grandi; 6 Patti, 21 Di Bari, 15 Prestia; 2 Pasqualoni, 25 Van Ransbeeck, 23 Esposito, 24 Roselli; 10 Giovinco; 9 Tavares (26′ st 14 Sarao), 7 Cunzi (14’ st 17 Campagna). A disposizione: 12 Leone, 3 Favaro, 4 Icardi, 11 Moccia, 13 Sabato, 14 , 18 Bensaja, 19 Basrak, 20 Maita, 22 De Luca. Allenatore: Mario Somma

Arbitro: Fourneau di Roma 1

Marcatori: 14’ pt e 36’ st rig. Caturano, 32’ st Torromino

Ammonito 39’ pt Patti ©

Espulso 33′ st Prestia per doppia ammonizione

Note: Serata calda e umida, temperatura 22° C, terreno di gioco in sufficienti condizioni. Spettatori 11751 (9183 abbonati, 2568 paganti), incasso 52780,42 euro (quota abbonati 26862,42, incasso paganti 25918,00). Calci d’angolo 2-1

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.