Tempo di lettura: 5 minuti

esultanza squadra LecceLECCE (di Pierpaolo Sergio) – Le pagelle di Lecce-Akragas, gara che ha segnato l’esordio pirotecnico in campionato dei giallorossi davanti al pubblico amico, vedono brillare la nuova coppia del gol Caturano-Torromino, autrice di tutte e quattro le reti salentine per altri 3 punti che proiettano la squadra di Padalino meritatamente al vertice del Girone C di Lega Pro. I due attaccanti hanno messo a segno una doppietta a testa che ha mandato in visibilio i 12.000 spettatori presenti sugli spalti e che autorizza ad essere ottimisti in proiezione futura. Qualche leggera sbavatura in difesa, mentre il centrocampo si è regalato una prova di sostanza e carattere.

22. GOMIS: Indeciso sulla staffilata di Zanini che ha portato momentaneamente in vantaggio gli agrigentini. Vede partire tardi il pallone calciato con potenza e precisione da fuori-area e non arriva a deviarlo. Complici anche i suoi compagni che sul corner da cui nasce il gol non escono rapidamente dai propri 16 metri concedendo spazio al difensore siciliano. Per il resto non deve compiere interventi degni di nota. VOTO: 5.5

2. VITOFRANCESCO: Qualche falla sulla sua zona di competenza, lasciata colpevolmente sguarnita con il Lecce spinto in avanti, poteva costare cara ai giallorossi. Fraseggiua spesso e volentieri con i centrocampisti e ci mette lo zampino nella rete del pareggio. VOTO: 6

14. GIOSA: Da lui ci si attende qualcosina in più. Perde un paio di palloni che scottano replicando l’errore di Monopoli ma chiude con tempismo in diverse occasioni in cui gli ospiti attaccano. Deve ad ogni modo guadagnare in velocità di gambe e pensiero per diventare roccioso e garantire imperforabilità alla difesa giallorossa. VOTO: 6 —> (dal 31′ st) 16. DRUDI: Esordio positivo con la maglia del Lecce per l’ultimo arrivato nel club salentino che tiene a bada l’avversario di turno senza dover strafare. VOTO: S.V.

5. COSENZA: Continua a palesare uno stato di forma non ancora ottimale che lo costringe a faticare il doppio per mettere la museruola ad avversari che non appaiono dei veri e propri fulmini di guerra. È costretto a riccorrere alle maniere rudi che gli costano anche un’ammonizione, ma si immola da eroe su una botta a colpo sicuro di Longo evitando una rete che pareva già fatta. VOTO: 6

23. CIANCIO: Stavolta il Lecce attacca meno di frequente dalle sue parti e per lui si tratta di gestire senza troppi affanni il compito assegnatogli dal mister. Quando arriva al cross dal fondo non trova però mai la misura giusta per mettere i compagni in condizione di battere a rete. VOTO: 5.5

4. MANCOSU: Meno brillante rispetto a sette giorni fa, ma dimostra di essere dotato di grandi polmoni facendo su e giù per il terreno di gioco fino al 94′ e offrendo sempre una sponda al portatore di palla. VOTO: 6

6. ARRIGONI: Inizio apatico e quasi timido per il play-maker leccese che poi prende per mano la squadra e detta i tempi delle ripartenze che spaccano in due la retroguardia dell’Akragas. VOTO: 6

10. LEPORE: Sta entrando in forma e si vede. La sua gara è su ben altri livelli rispetto a quella disputata al “Veneziani” e la manovra giallorossa ne beneficia non poco. Sta acquistando confidenza col nuovo ruolo ed il suo dinamismo è manna per i compagni. Colpisce pure una traversa che avrebbe potuto arrotondare ulteriormente il punteggio. Non male per un calciatore in dubbio fino alla vigilia. VOTO: 6.5 —> (dal 38′ st) 21. FIORDILINO: Concede al capitano gli applausi del proprio pubblico ad una manciata di minuti dalla fine del match. Ha una palla d’oro per finire sul taccuino dei marcatori ma calcia alto da buona posizione. VOTO: S.V.

Giuseppe Torromino7. TORROMINO: È un vero castigo per le difese. Potenza, agilità, fantasia e corsa fino all’ultimo minuto di gioco ne fanno un elemento davvero di categoria superiore ed il Lecce si gode la punta di diamante della sua campagna acquisti estiva. Tre gol in due gare di campionato, senza contare la Coppa Italia, dimostrano che ha fiuto da attaccante di razza e con lui Padalino può dormire sonni tranquilli, anche in virtù dell’affiatamento fuori e dentro il campo con l’altro bomber giallorosso, Caturano. VOTO: 7.5

18. CATURANO: Niente pali e negargli al gioia del gol personale stavolta, ma due reti pesanti che mettono sul velluto la sfida per il Lecce. Reclama un rigore che ci stava e si concede pure assist al bacio per il gemello del gol appena trovato. Una coppia d’attacco stellare per questa squadra che con due cecchini così è autorizzata a sognare in grande. VOTO: 7.5

11. PACILLI: Piace ancora per il dinamismo e la rapidità di cui è dotato e che usa per innescare la manovra giallorossa. Finte, cross e sovrapposizioni che i difensori biancazzurri ricorderanno a lungo. VOTO: 6.5 —> (dal 26′ st) 24. DOUMBIA: Bell’approccio alla gara nonostante subentri a venti minuti dalla fine, ma la sua velocità e la gran voglia di mettersi in mostra consentono ai compagni di respirare e riproporsi in avanti con pericolosità. Che sia l’anno buono anche per lui? VOTO: 6

Pasquale Padalino conferenza stampa 2All. PADALINO: Il suo Lecce è una macchina da gol che corre, diverte e dimostra sul campo di essere una serie candidata alla promozione finale. Non proclami ma tanta sostanza che si concretizza nelle reti del micidiale tandem Torromino-Caturano che ha saputo costruire in sintonia perfetta con il Ds Meluso. Qualche inevitabile registratina alla difesa va comunque data per non vanificare il gran lavoro di centrocampo ed attacco, soprattutto nelle volte in cui non si segneranno magari sempre 4 gol, ma servirà magari custodire un vantaggio più ridotto. Sembrerebbe tuttavia più una questione di forma da raggiungere da parte dei difensori (centrali in particolare), che di un difetto di assemblaggio del pacchetto arretrato. Ora gli toccherà il compito del pompiere per spegnere sul nascere i facili entusiasmi del gruppo che guida, ma meglio convivere con serenità ed euforia che avere il broncio e dover inseguire già dall’inizio di stagione… VOTO: 7

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.