Tempo di lettura: 2 minuti
 Andrea Arrigoni
Andrea Arrigoni

LECCE – Un calciatore come lui, il cosiddetto fosforo per il centrocampo, è stato per anni il desiderio irrealizzato di tifosi ed allenatori (non tutti…) del Lecce. Il regista in grado di far girare la palla piuù velocemente dei compagni, quell’elemento che ti mette in condizione di battere a rete grazie ad un’intuizione, un tocco sapiente. Oggi i giallorossi hanno quel giocatore e si chiama Andrea Arrigoni. Arrivato dal Cosenza con ottime referenze e con alle spalle un’intera stagione disputata senza saltare neppure una gara, il geometra del centrocampo leccese si è presentato ufficialmente stamattina in conferenza stampa ed ha parlato dei temi di più stretta attualità in casa-Lecce, iniziando dalla posizione in campo che Padalino gli ha assegnato: “Il mio ruolo è quello di centrocampista centrale, dando rifornimenti ai compagni in fase di possesso mentre, in quella di non possesso, deve assicurare protezione ai difensori. Il mister vuole che l’azione parta da dietro, giocando con palla a terra. Fin dal primo giorno stiamo lavorando al massimo per mettere in pratica ciò che ci chiede“.

Il Lecce è una squadra completamente rinnovata ed Arrigoni ne è consapevole: “Un mese e mezzo fa siamo partiti per il ritiro, ci stiamo conoscendo sempre meglio tra di noi. È normale che col passare del tempo si riescano a capire sempre più le caratteristiche dei compagni di squadra; comunque, siamo a buon punto. Con il lavoro quotidiano cerchiamo di raggiungere il nostro obiettivo”.

Domenica a Monopoli inizia il campionato di Lega Pro in cui la formazione salentina è attesa dal ruolo di protagonista: “La prima gara è sempre difficile e complicata, sarà fondamentale entrare subito mentalmente in quello che è il clima del torneo. Ricordo la gara che giocammo a Monopoli lo scorso anno con il Cosenza, è una squadra difficile che fa dell’agonismo la sua arma principale”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.