Tempo di lettura: 2 minuti

Pasquale Padalino conferenza Via del MareLECCE – Di ritorno dalla prima parte del ritiro pre-campionato a Cotronei ed alla vigilia della prima apparizione ufficiale del Lecce edizione 2016/’17, a parlare stamane è stato mister Pasquale Padalino che in conferenza stampa allo stadio “Via del Mare ha incontrato i giornalisti locali a cui ha rilasciato alcune dichiarazioni.

Parlando della permanenza in Calabria e del match di Tim Cup: “Il bilancio della prima fase di ritiro è positivo. Abbiamo lavorato bene, non ci sono stati infortuni, tranne qualche piccolo intoppo normale in questo periodo. Ho avuto anche un’ottima impressione da parte del gruppo che si è messo a disposizione dello staff. Non credo che domani vedremo la migliore squadra nel suo complesso, sia da un punto di vista tecnico-tattico, che fisico. Il nostro obiettivo rimane la gara di domani, ma siamo proiettati ad una condizione psico-fisica adeguata per il campionato. Il mio desiderio è quello di presentare un Lecce sempre all’altezza della situazione, a prescindere dal nome dell’avversario di turno. Voglio una squadra che abbia sempre la sua identità e questo è importante costruirla già da domani. Non sarà fondamentale quello che dirà nello specifico la partita, ma l’atteggiamento che mi piacerebbe fosse sempre lo stesso. Voglio una squadra con la sua dimensione e identità. Nelle uscite che abbiamo fatto finora ho sempre alternato i disponibili. Una situazione che vale anche per i portieri. Conosco più Bleve di Gomis e devo parlare con entrambi prima di scegliere chi mandare in campo domani in Coppa con l’Altovicentino. Questa sfida sarà un buon banco di prova, ma non il solo, per farmi un’idea più precisa della mia squadra. Se ci sarà bisogno di puntellare l’attacco ne parleremo con il Direttore Meluso e, in presenza di condizioni favorevoli, interverremmo ancora sul mercato“.

Padalino poi viene stuzzicato sulla sua squalifica: “Sono arrabbiato e mi dispiace non poter essere in poanchina domani sera. Non ho mai volutamente parlare della vicenda che mi fa davvero molta rabbia. Spero sia qualcosa che verrà presto dimenticato perchè s tratta di cose futili, anche se resto dispiaciuto. In panchina andrà il mio vice (Sergio Di Corcia, ndr) e, non sono frasi di circostanza, è come se ci sarò io”.

Infine, una considerzione sull’accoglienza dei tifosi del Lecce: “Non ho idea di che risposta darà il nostro pubblico, ma sento fiducia ed apprezzamento da parte dei nostri sostenitori che saranno importantissimi nell’arco della lunga stagione. Dovremo essere bravi noi a portare la gente dalla nostra parte perchè chi paga ha il diritto di critica e commento, sempre nel rispetto delle reciproche opinioni”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.