Tempo di lettura: 2 minuti
padalino
Pasquale Padalino con Franco Lerda

LECCE- Cominciano a susseguirsi le voci di calciomercato riguardanti il Lecce, già centro delle trattative a pochi giorni dall’eliminazione nella semifinale play-off con il Foggia. Anche se è ancora da definirsi il destino di Piero Braglia, atteso da un incontro con i vertici societari per parlare di un eventuale futuro, i colleghi di Sportitalia hanno reso noto un contatto tra la società giallorossa e Pasquale Padalino, quest’anno tecnico del Matera dal 5 ottobre 2015, data in cui è subentrato a Dionigi. L’ex difensore del Foggia di Zeman è cresciuto sotto l’ala di Giampiero Ventura, avendogli fatto da vice a Verona (2006-07) e Pisa (2007-08). Alla prima amara esperienza da trainer con la Nocerina nel 2008-09 (esonero alla 26° dopo la sconfitta interna col Bassano) seguirono le gioie provate sulla panchina del Foggia, squadra della sua città natale. Padalino, dopo aver vissuto in campo il periodo sinora più florido della storia dei Satanelli, ha contribuito alla doppia risalita dalla Serie D alla Prima Divisione dal 2012 al 2014 (anche se la promozione nella Lega professionistica fu figlia di un ripescaggio a seguito dell’eliminazione nel play-off col Matera). Prima dell’ottimo campionato passato proprio nella Città dei Sassi, Padalino aggiunse una parentesi-lampo a Grosseto, dove nel 2014-15 sostituì Silva ma fu sollevato dall’incarico con la squadra a 3 punti dalla zona retrocessione. Il passato recente però parla della rinascita di un Matera colpito da un avvio di campionato disastroso. Con Padalino in panchina, i biancazzurri hanno risalito la china della graduatoria lottando anche per un posto play-off, poi sfumato. Inizialmente affidatosi all’impianto tattico messo su da Dionigi, è con il calciomercato di gennaio che l’allenatore foggiano ha dato la sua impronta al Matera, formidabile nel gioco sulle fasce e pericoloso in attacco nel 4-3-3 spesso disegnato da Padalino, schema poggiatosi sugli inserimenti laterali delle ali Carretta e Rolando e sui gol del bomber Infantino. 

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.