Tempo di lettura: 2 minuti
Il patron del Bassano Renzo Rosso (fonte web)
Il patron del Bassano Renzo Rosso (foto web)

BASSANO DEL GRAPPA – Settimana movimentata per il Bassano Virtus dopo il 2-2 con la Reggiana che ha costretto la squadra veneta a giocarsi il quarto di finale dei play-off in casa del Lecce. Alla solita carica impartita da mister Sottili sembra opporsi un ambiente sfiduciato sulle sorti della squadra, l’unica a centrare i play-off per il secondo anno consecutivo dopo la finale dell’anno scorso persa con il Como. Ieri mattina, sulle colonne della Gazzetta dello Sport, si è descritto un clima di diffuso scetticismo per questa avventura promozione del Bassano, sensazione figlia del primo turno in trasferta da disputare a Lecce. Il pareggio con la Reggiana, si legge ancora sulla Rosea, avrebbe gelato l’atmosfera e lo stato d’animo di una tifoseria ingolosita dai risultati dell’ultimo triennio e abituata adesso a considerare normale anche lo straordinario. La freddezza sembra data anche dai precedenti storici: alla sesta partecipazione nei play-off tra C/2 e C/1, questa società non si è mai imposta, neanche quando ha avuto il fattore campo a favore. L’allenatore giallorosso Stefano Sottili ha però provato a fare a scudo: “Non debutteremo in casa, peccato -ha dichiarato- .Vorrà dire che andremo a Lecce per vincere e conquistarci l’accesso alla semifinale. Noi siamo pronti“. 

Nel pomeriggio, il primo dirigente del sodalizio veneto, Renzo Rosso, ha risposto all’articolo tramite un comunicato apparso sul sito ufficiale: “Io nella veste di Presidente e tifoso del Bassano Virtus – ha afferma il patron – , la società, lo staff e la squadra desideriamo dissociarci totalmente dai contenuti espressi a firma del medesimo giornalistasu alcune testate locali e nazionaliche riportano  una presunta mancanza di fiducia verso la squadra nell’affrontare i play-off. Siamo più che mai convinti che i ragazzi daranno il massimo e che come sempre la nostra gente ci sosterrà fino alla fine, come dimostrato in ogni occasione. Non accettiamo quindi polemiche strumentali, prive di fondamento e atte a minare la tranquillità del nostroambiente, in questo momento così importante e delicato. Stiamo uniti come sempre e forza Bassano”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.