Tempo di lettura: 1 minuto

via del mare foto green sportLECCE – Non si è fatta attendere la replica da parte dell’Amministrazione comunale di Lecce che, attraverso il sindaco Paolo Perrone, ha voluto fare chiarezza in merito ad alcune notizie di stampa che vedono lo stadio comunale “Ettore GiardinieroVia del Mare tra gli immobili con possibilità di essere alienati a terzi, per una cifra di poco inferiore ai 20 milioni di euro, in base al piano di alienazione di diverse strutture comunali (tra cui figura l’impianto sportivo realizzato quasi ex-novo nel 1985) per risanare il bilancio dell’ente.

In una precisazione, il primo cittadino, in seguito alla vicenda della possibile alienazione del “Via del Mare”, ha così replicato: «Da circa 10 anni l’Amministrazione Comunale inserisce lo stadio nel Piano delle Alienazioni. Ciò significa che venderemo il Via del Mare e il Lecce resterà senza stadio? Assolutamente no. È una scelta obbligata, direi “tecnica”, finalizzata solo a poter cogliere – eventualmente – l’opportunità di finanziamenti pubblici e privati per costruirne uno nuovo, più moderno e più bello di quello attuale, in un contesto di valorizzazione di tutta l’area dello stadio. E ci auguriamo che nella nuova struttura il Lecce possa disputare la serie B e poi la serie A. Pensate veramente che stiamo cercando di lasciare senza la sua “casa” l’Us Lecce? Oppure che qualsiasi discorso sullo stadio, piccolo o grande, presente e futuro, non venga fatto senza l’interlocuzione con la società? Le semplificazioni, come i falsi allarmi, sono pericolose».

Ad ogni modo, il piano di alienazione fu presentato già 5 anni fa dall’assessore Attilio Monosi ed oggi sembra essere lo stesso di allora, con uno sconto del 20% sui prezzi imposti nel 2011.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.