Tempo di lettura: 1 minuto

allenatore cosenza giorgio roselliCOSENZA – Vincere per rimanere attaccati al treno play-off. L’imperativo del Cosenza alla vigilia della sfida con il Lecce sembra essere categorico. La squadra di Giorgio Roselli dovrà cercare di cogliere il bottino pieno per continuare a coltivare sogni di promozione. Nella scorsa giornata, grazie alla vittoria sul campo della Lupa Castelli Romani, è arrivato un piccolo riscatto dopo il punto raccolto in due partite (sconfitta col Matera e pareggio in casa con la Paganese). Per la partita contro la truppa di Braglia, il tecnico umbro confermerà l’assetto tattico che ha fatto le fortune dei Lupi in questo campionato, il 4-3-3 con un centrocampo muscolare. Il playmaker Arrigoni, infatti, è spesso lo scudiero dei due corridori Caccetta e Fiordilino, chiamati alla prestazione sontuosa per contrastare Salvi e Papini. In attacco, uno dei due capocannonieri di squadra (a 6 gol) potrebbe partire dalla panchina: se appare sicuro il posto al centro dell’attacco per Arrighini, lo stesso non si può dire per La Mantia, destinato ad una possibile panchina in caso di decisione per l’ex Foggia Cavallaro. Una mossa a sorpresa, però, potrebbe essere anche l’inserimento di La Mantia al centro proprio al posto di Arrighini. Tutto è possibile. Un altro cambio potrebbe riguardare il pacchetto arretrato, dato che Blondett dovrebbe riprendere una maglia dal 1′ al posto del neo-arrivato Di Nunzio, in campo a Rieti. 

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.