Tempo di lettura: 2 minuti

fruttone 2LECCE (di Eleonora Galati) – Se il sapore di Lecce è racchiuso nella linea di congiunzione della crema e della pasta frolla che danno vita al magnifico pasticciotto, è innegabile che il suo fratellastro di mandorle e cioccolato fondente è anch’esso uno dei simboli per eccellenza della nostra città: sto parlando, naturalmente, del fruttone. In questa puntata de “Leccezionale mondo dei sapori” la nostra food blogger, Eleonora Rubaltelli, ci propone una rivisitazione di questo dolce davvero particolare ed innovativa.

Innanzitutto: non può esistere il fruttone senza prima preparare la pasta frolla! Dunque, Eleonora inizia a creare questo panetto, elemento essenziale della nostra ricetta di oggi, mescolando 300 grammi di farina con 150 grammi di zucchero e aggiungendo poi 2 uova, 125 grammi di burro sciolto e una scorza di limone e/o vaniglia, per poi avvolgerlo nella pellicola e lasciarlo riposare in frigo fino al suo utilizzo.

Intanto, Eleonora prepara quello che sarà il ripieno del nostro fruttone: trita quindi 150 grammi di mandorle con 150 grammi di zucchero, lasciando, però, le mandorle un po’ grossolane, affinché si senta meglio il loro sapore. La nostra food blogger aggiunge, quindi, alla pasta di mandorle 90 grammi di burro sciolto, un cucchiaio abbondante di farina, 2 uova ed una scorza di limone (o, se preferite, anche in questo caso, vaniglia), fino ad ottenere un bel composto omogeneo.

È arrivato il momento di dare forma concreta a quest’opera d’arte: Eleonora fodera con la pasta frolla preparata precedentemente lo stampo del fruttone, per poi distribuire sulla base uno strato abbondante di marmellata di gelsi, coperta, a sua volta, dalla farcia alle mandorle.

fruttoneDopo aver tenuto il dolce in forno a 180 gradi per mezz’ora, non ci resta che servirlo tiepido o freddo, decorandolo con un cucchiaio di marmellata di gelsi o un ciuffetto di panna!

Sostituendo la classica cotognata con la marmellata di gelsi ed abbellendo il piatto con un ricciolo di panna al posto del cioccolato fondente, Eleonora ha creato per noi una versione più “fresca” e raffinata del nostro fruttone, senza mai distaccarsi, però, dalla tradizione, grazie alla presenza della pasta di mandorle.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.