Tempo di lettura: 2 minuti
Massimiliano Lippolis
Massimiliano Lippolis

MARTINA FRANCA- E’ un campionato a dir poco tribolato quello del Martina Franca, sconfitto per 6-0 dalla Juve Stabia nell’ultimo turno e sempre più isolato al penultimo posto della graduatoria a quota 13 punti. L’obiettivo dei biancoazzurri, lontani nove punti dalla zona tranquilla, sembra essere quello di tenere distante il fanalino di coda Lupa Castelli Romani, ultimo a quota 8 punti e paradossalmente una sorta di paracadute per la compagine martinese, destinata probabilmente a giocarsi tutto nei play-out. A seguito della sconfitta tennistica rimediata a Castellammare di Stabia, il patron Luca Tilla ha sollevato dall’incarico il tecnico Marco Cari, ingaggiato solamente due giornate fa, con debutto proprio nella partita con il Lecce al “Via del Mare”. La squadra – si legge sul sito ufficiale del Martina- è stata momentaneamente affidata al duo Furlan (secondo di Cari)-Cimino in attesa di individuare il futuro sostituto entro 10 giorni. Tra i papabili, c’è soprattutto il cavallo di ritorno Beppe Incocciati. 

Il momento difficile in casa Martina è stato commentato dall’ex presidente Massimiliano Lippolis: “Assurdo assistere a un teatrino simile! Ancora si ha la faccia per dire cose che non stanno né in cielo né in terra! Ho sempre detto tempo al tempo perché il tempo è’ inesorabile e prima o poi ristabilisce la verità ! Mi dispiace personalnente per la città di Martina Franca per i tantissimi tifosi che, pur non avendo avuto il tempo di conoscere il presidente Lippolis, forse hanno ora capito che con il sottoscritto si faceva calcio serio con rispetto e lealtà. Tranne per una decina di loro che comandati abilmente ma in modo non leale hanno creduto a fatti ahimè inverosimili. Anche a loro rivolgo un saluto e dico che qui la categoria non conta ma conta l’onesta di tentare di fare calcio per riportare le famiglie allo stadio. Purtroppo la colpa non è dei calciatori anche se la squadra costruita dal sottoscritto e’ stata smantellata in modo scriteriato non è dei tifosi ma è da ricercare più in là dove tutti sappiamo è che speriamo possano definitivamente occuparsi di altro. Come non ricordare la chiamata di Moriero e l’ intervento di Vincenzo Olivieri che aveva sposato in pieno il mio progetto e si era messo a disposizione per salvare il Martina Calcio. L’unico imprenditore con il cuore bianco/azzurro che io abbia conosciuto dotato di una voglia pazzesca diretta a salvare la squadra della sua città. In merito poi alle tantissime calunnie ed offese ricevuto e a tanto altro sono certo che la giustizia farà il suo corso, ma mi sento di rivolgere un mio personale pensiero all’attuale proprietà :invece di implodere nel pensare cosa abbia mai fatto io pensate a quello che siete stati e siete ora compiendo un atto di umiltà: abbandonate il calcio lasciando la città di Martina libera di decidere il proprio destino. Massimiliano Lippolis

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.