Tempo di lettura: 4 minuti
ragno
Mister Nicola Ragno

NARDÒ- “Spero che la partita sia arbitrata da una terna all’altezza della situazione e non come le ultime prestazioni che abbiamo subito”. Le ultime parole del tecnico Nicola Ragno, intervenuto alla vigilia del big-match Nardò-Virtus Francavilla sono le speranze di tutti gli sportivi neretini, desiderosi di potersi giocare un derby che infiamma i campionati da due stagioni, dopo il duello al vertice dello scorso campionato di Eccellenza. La Virtus, battistrada del campionato, ha cinque punti in più rispetto al Nardò, ma il desiderio di rilanciarsi della formazione granata potrebbe segnare tantissime svolte ad un campionato combattutissimo nei quartieri alti.

Guardando le ultime due partite – analizza al riguardo Ragno – si devono evidenziare gli errori arbitrali, sono stati evidentissimi, sia con il Fondi sia a Bisceglie, quelli nei confronti di Prinari e Carlo Vicedomini, non è possibile che una doppia ammonizione causi la squalifica di tre giornate. Ritengo che i tre ragazzi squalificati, Prinari, Vicedomini e Malcore (espulso contro il Fondi, ndr), non abbiano colpe su ciò che è successo”.

Il trainer molfettese non stigmatizza i problemi e punta il faro al gruppo pronto ad affrontare i biancoazzurri: “Abbiamo preparato questa partita come le altre, può essere importante perché loro sono i primi in classifica, ma noi guardiamo in casa nostra. Ci siamo studiati noi stessi, per come affronteremo questa squadra, cercando di far emergere i nostri punti forti e di limitare qualche difetto che abbiamo. Lo sappiamo, il Francavilla sta affrontando un ottimo momento ma ci siamo focalizzati più che altro su di noi”.

Quella della coperta corta è stata una costante in questo campionato dove comunque il Toro si sta togliendo qualche soddisfazione: “Viviamo un’emergenza costante. Siamo privi di elementi importanti per infortuni e squalifiche dal primo giorno di ritiro, ad esempio l’infortunio di Lanzolla che ha gli ha costretto a saltare la preparazione seguito dai guai a Allegrini, Martinez, Lanzillotta e alle squalifiche di Lattanzio e Malcore. Non ho mai avuto la mia rosa al completo, su venti persone registravo la disponibilità di sedici elementi. Non abbiamo messo la stessa formazione per una serie di partite consecutive ma ho avuto sempre risposte positive, indipendentemente da uomini e moduli. Il modulo lo fanno i calciatori. Non guardiamo più alla questione under-over, ambiremo a mettere in campo quelli che sono in forma. Il lavoro riesce a colmare i difetti”.

La corsa alla Serie D del campionato scorso è acqua passata per Ragno, concentratissimo sul futuro immediato: “Non guardo indietro. Guardo il presente, la mia squadra cosa fa e cosa può fare. Ci siamo prefissati di fare più punti possibili fino alla fine. Se siamo bravi a fare tanti punti avremo fatto un grande campionato. Con tutta la rosa disponibile, questa rosa può regalare soddisfazioni. Abbiamo fatto bene nonostante gli assenti, ma pensiamo al presente e cercare di vincere domenica fa parte di ciò”.

La settimana del big-match è stata vissuta bene dal Nardò, deciso a far bene davanti al proprio pubblico: “Mantengo sotto pressione la squadra, cerco di creare due piani per la formazione, uno d’inizio e uno d’emergenza, dato che le squadre avversarie di un certo livello sono brave a cambiare modulo. Si parte in una certa maniera e in campo bisogna tener conto ad ogni soluzione. Ho avuto risposte positive in settimana, ma quello che non deve mancare mai è la grinta, sopperisce ad ogni dettame tattico. Ho visto tanta grinta nella vittoria con la Virtus in Coppa Italia e, recentemente, con Fondi e Picerno, A Bisceglie ci è mancata un po’ in qualche elemento. Non esiste ‘preparare’ la partita in casi come quello di domenica, gli stimoli vengono da soli. Bisogna soltanto ribadire qualche concetto tattico a degli elementi. Giocheremo per vincere”.

Nardò-Virtus Francavilla sarà anche una grande sfida in panchina con Tonio Calabro, guida tecnica dei federiciani: “Rispetto e stimo Calabro, alla fine uscirà una partita con tanta pretattica, ma penso che lui, come me, se la giocherà per vincere. Nardò-Francavilla è aperta a ogni risultato, loro devono cercare di confermare il distacco dalla seconda, noi abbiamo l’assillo di far bene perché tre punti ci rilancerebbero. Battere la capolista ci darebbe tanto in più da mettere nelle prossime gare”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.