Tempo di lettura: 1 minuto

leccezionale pupo moscaLECCE – Ed anche il Lecce entra nei presepi dei leccesi e si fa tradizione in cartapesta con un pupo che riproduce le fattezze del suo giocatore più rappresentativo, Davide Moscardelli. Lo vedete nella foto a lato: impossibile non riconoscerne la barba, i baffi e quella maglia a strisce giallorosse che troveranno insolitamente posto nel paesaggio ameno di una grotta, una capanna o una scena di montagna, magari stretto tra un capraro passante e una donzella col cestino.

La fusione di due tradizioni molto sentite a Lecce (il presepe natalizio e, a suo modo, il calcio) nasce nel laboratorio de “La casa dell’artigianato leccese”, storico esercizio di maestri cartapestai nel cuore cittadino, che si trova in via G. Matteotti, 20 (angolo via Umberto I) con l’annesso laboratorio di fronte alla basilica di Santa Croce. Sono serviti due giorni di minuzioso ed accurato lavoro alla signora Maria Arcona Ratta, l’artigiana autrice del manufatto, per riprodurre nel dettaglio la fisionomia del bomber giallorosso. Il Lecce e il presepe, un binomio all’insegna dell’identità locale per rendere ancora più magico il Natale dei tifosi salentini.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.