Tempo di lettura: 1 minuto

bragliaLECCE – Piero Braglia sa bene quale sia l’importanza di Lecce-Benevento per i punti messi in palio che valgono doppio e per i risvolti psicologici che il big match del girone C in programma domani pomeriggio allo stadio “Via del Mare“. Il tecnico dei salentini predica concentrazione e massimo impegno da subito dopo il pareggio di Pagani, ma ancor di più dopo l’infausta prova offerta dai giallorossi in Coppa Italia contro l’Akragas, anche se alcune critiche ricevute gli son parse eccessive nei toni.

Alla vigilia della sfida agli “Stregoni”, Braglia invita tutti a mentenere alta la concengtrazione ed a non vanificare quanto di buono riuscito a fare finora in campionato. Il calcio-mercato ormai alle porte non deve essere motivo di distrazione, né si può fallire l’appuntamento con un successo che avrebbe il potere di regalare a tutto l’ambiente un Natale più sereno. L’avversario è di quelli che richiedono il miglior atteggiamento e la migliore gara per via del bladone del Benevento, club che da anni insegue una chimera chiamata Serie B. In organico ha giocatori di esperienza, importanti per la categoria, che possono decidere la gara da soli e che formano un gruppo, la vera forza di questa squadra.

Infine, l’allenatore toscano pone l’accento sulla voglia che alcuni elementi in organico hanno messo a partire dall’indomani della scialba prestazione in Coppa. Un segnale che fa ben sperare il mister giallorosso, che si augura che quel Lecce sia stato solo una brutta copia della formazione che domani scenderà in campo per chiudere bene l’anno solare 2015.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.