Tempo di lettura: 2 minuti
Grassadonia
Grassadonia

PAGANI (di Italo Aromolo) – Per la Paganese a parlare con i giornalisti sono mister Grassadonia ed Esposito. Il tecnico dei campani ha affermato: “Che oggi sia rammaricato è dire poco. Non ho da rimproverare nulla ai miei ragazzi che hanno dato di tutto e di più e meritavano senz’altro un altro risultato. Abbiamo dominato il Lecce dal punto di vista caratteriale. Dispiace non averla chiusa; poi siamo rimasti addirittura in 9 ed anche lì abbiamo lottato. Contro un Lecce straordinario dal punto di vista dei nominativi abbiamo fatto una grande gara. Deli ha giocato con una forte dissenteria, mentre altri mancavano ed è mortificante per questa squadra non raccogliere quanto prodotto. Sono due punti persi. Comunque il Lecce è una corazzata, la migliore che c’è in circolazione, sotto tutti i punti di vista. Siamo ripartiti dimostrando grande compattezza difensiva, a parte i primi 10 minuti in cui eravamo un po’ tesi; dispiace essere rimasti in 10 e poi addirittura 9 ma la situazione non è cambiata anche quando siamo stati in inferiorità numerica. Il rigore? Non l’ho visto, lo rivedrò”.

Poi è la volta di Esposito che analizza così la gara: “‘In occasione del rigore pensavo che fosse fallo a favore nostro, perché c’è stato un tocco di mano, invece l’arbitro ha dato rigore. Chiedo scusa a tutti, a tifosi e squadra. Ci metto la faccia. Abbiamo lottato e abbiamo fatto una grande gara. Non abbiamo iniziato in modo timoroso: abbiamo sofferto il loro pressing e stando uniti abbiamo dimostrato una reazione dopo le due sconfitte. Abbiamo avuto un calo di mentalità ma non eravamo in crisi. Noi entriamo in campo sapendo già cosa farà l’avversario perché il mister prepara ottimamente le partite“.

Infine, il portiere Vincenzo Marrucco, ex del Lecce: “Oggi non c’era differenza né di classifica, né di niente tra noi e loro. Ci massacrano su queste cose, e mi riferisco al rigore. Chi ha visto la partita sa che abbiamo fatto una grande gara, prima in 10 e poi anche in 9 uomini. I ragazzi si meritano molto di più, hanno fatto un’ottima gara; poi è logico che ci sia stato del nervosismo nel finale. Loro devono vincere il campionato, ma poi è il campo a giudicare e forse erano un po’ nervosi perché magari pensavano di venire qua e fare 2-3 gol…

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.