Tempo di lettura: 1 minuto

pullman U.S. LecceLECCE –  Con la testa al campionato a null’altro. È questo l’imperativo che vige in casa del Lecce atteso dalla trasferta di domenica allo stadio “Marcello Torre” contro la Paganese di mister Grassadonia. Piero Braglia ha deciso di anticipare a domani la partenza per la Campania dove la sua squadra potrà preparare al meglio la sfida agli azzurrostellati e restare concentrata sull’avversario, lontano dalle indiscrezioni di fanta-mercato che hanno interessato nelle scorse ore alcuni elementi della rosa salentina, in particolare l’uruguaiano Juan Surraco il cui nome è stato accostato al quello del Bari.

surraco
Juan Surraco

Voci (tra l’altro smentite dai dirigenti del club) che potrebbero destabilizzare lo spogliatoio e l’armonia del gruppo sulle quali tanto ha lavorato in queste settimane l’allenatore toscano. Il Lecce è impegnato nella difficile e serrata lotta per raggiungere la promozione in Serie B e distogliere l’attenzione dall’obiettivo potrebbe costare caro in termini di punti lasciati per strada in una fase cruciale della stagione in cui Papini e compagni dovranno affrontare la Paganese e quindi il Benevento allo stadio “Via del Mare” il prossimo 20 dicembre, prima della sosta invernale che la Lega Pro osserverà fino ai primi di gennaio.

Ecco perché la scelta di allontanarsi dal Salento può giovare alla formazione giallorossa che in terra campana sarà priva dello squalificato Giuseppe De Feudis. Probabile che Stefano Salvi vada verso la riconferma fin dal primo minuto tra i titolari dopo la buona prova offerta nella scorsa gara col Messina. Dopo la doppia seduta tecnico-tattica di ieri a porte chiuse nella Cittadella dello Sport di Martignano, oggi pomeriggio ultimo allenamento nella stessa struttura del centro della Grecìa Salentina prima della diramazione della lista dei convocati e quindi la partenza alla volta di Pagani già da domani.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.