Tempo di lettura: 2 minuti
alassani
Mohamed Alassani, esterno del Gallipoli (foto M.Coribello)

GALLIPOLI- Un gol ed una prestazione maiuscola nel debutto da sogno contro la Virtus Francavilla hanno puntato i riflettori su Mohamed Alassani, nuovo esterno offensivo del Gallipoli, arrivato una settimana fa e già in evidenza alla prima presenza dopo la prima parte di campionato disputata in Eccellenza calabrese con il Gallico Catona.

L’ala giallorossa è ancora raggiante per la partita di domenica: “Bisogna parlare chiaro. – afferma Alassani – Sapevamo tutti quanti che doveva venire la capolista, la squadra in più in forma, pertanto abbiamo preparato bene il match. Il 3-0? Non lo immaginavamo, ma rimanendo concentrati e non mollando mai un centesimo il risultato è stato questa bella sorpresa”.

L’exploit contro la compagine di Tonio Calabro è figlio di una prestazione massiccia del Gallo, ma Alassani pensa già allo scontro salvezza di domenica sul campo del Serpentara: “Sono contento per la prestazione che abbiamo fatto. Siamo partiti bene, non si poteva fare meglio di così. Siamo una squadra giovane, fatta di ragazzi per bene, e lottiamo per un solo obiettivo, quello che la società ci ha chiesto: la salvezza. La prossima partita sarà ancora più difficile rispetto a quella con la Virtus Francavilla. Dobbiamo prepararla bene, con i piedi per terra, lottare ogni domenica. Spero di segnare ancora, di dare una mano ai miei compagni. Se giochiamo tutti uniti riusciremo a fare una bella partita”.

Il 27enne, schierato a sinistra nel quartetto di centrocampo, è un elemento versatile: “Mi disimpegno bene su entrambe le fasce del centrocampo sia in fase offensiva sia in quella difensiva”.

Il ritorno in Serie D, dopo tre anni in Eccellenza Calabrese, significa tanto per il togolese, che racconta il suo percorso nel calcio italiano: “Sono stato cinque anni con il Matera, dalla Serie D alla C/2, poi sono andato a Cosenza prima di andare in Eccellenza, dove ho fatto molto bene. Volevo tornare nel calcio che conta, ero sceso anche per recuperare al meglio da qualche problema fisico di troppo. Recuperata la forma, volevo giocarmi tutte le mie chance”.

Mohamed Alassani sogna il ritorno nella nazionale del Togo, selezione con la quale ha avuto la fortuna di condividere schemi e movimenti con una punta di prim’ordine come l’ex Arsenal Emmanuel Adebayor: “Sono stato sempre convocato nella nazionale del Togo quando giocavo nelle categorie professionistiche. È normale perdersi quando si scende di categoria, ma voglio tornare a rivestire quella maglia. Ci riuscirò soltanto con tanto lavoro e tanta umiltà. In nazionale ho giocato due partite al fianco di Adebayor, ho fatto la seconda punta con lui. Sono stato molto soddisfatto di quelle partite”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.