Tempo di lettura: 4 minuti

locandina L'altra faccia della LunaLECCE – Domani si celebrerà la Giornata internazionale contro la violenza sulla donna e la compagnia Témenos Recinti Teatrali difende questa battaglia con l’arte che le è propria: il teatro. In settimana si porterà in scena, in tre diversi luoghi, lo spettacolo “L’altra faccia della luna” con la regia di Marco Antonio Romano e le attrici Liliana Putino, Valentina Piccolo e Maria Meerovich. “L’altra faccia della luna” è uno spettacolo teatrale e musicale che affronta il tema della violenza contro la donna, cercando di dare risonanza al bisogno che queste hanno di restituire voce alla propria anima, alla sofferenza dei loro corpi, all’urgenza di un riscatto che, ben lontano dall’essere passato di moda, ha radici in una taciuta e frequente svalutazione da parte del mondo maschile.

Al fine di sensibilizzare al tema e favorirne la riflessione attraverso la lente dell’arte, gli spettacoli sono tutti a ingresso libero. Si parte oggi alle Officine Cantelmo alle ore 20:30. Questo spettacolo è il primo di una nuova collaborazione con il Laboratorio Urbano leccese, che vedrà la compagnia Témenos impegnata in un percorso di formazione teatrale. A partire dal mese di dicembre infatti alle Cantelmo, la compagnia darà inizio anche su Lecce all’esperienza dei laboratori teatrali per adulti (15-95 anni), diretti da Liliana Putino, Marco Antonio Romano, Mino Profico, Valentina Piccolo (attori della Compagnia Témenos – Recinti Teatrali) e con Andrea Simonetti e Michele Cortese (per approfondimenti di recitazione e canto) e ludico-teatrali per bambini e ragazzi (6-10 e 11-14 anni), diretto da Liliana Putino e Gianluigi Pizzileo (attori della Compagnia Témenos – Recinti Teatrali).

L'altra faccia della Luna 2I laboratori sono già attivi in altri comuni salentini: Taviano, Ugento, Casarano, Melissano, San Cassiano, Squinzano. Domani sera alle 19:00 lo spettacolo sarà realizzato a Porto Cesareo presso l’Istituto Comprensivo e vedrà la speciale presentazione dei ragazzi della Scuola Media. Il 26 novembre infine alle ore 19:00 L’altra faccia della Luna sarà messo in scena presso l’Aula Consiliare di Trepuzzi. Ma non solo. Consapevoli che la responsabilità e la riflessione sul tema devono interessare tutte le età, la compagnia porterà lo spettacolo anche nelle scuole: il 25 novembre nella Scuola Media di Casarano Polo 2, il 26 nella Scuola media di Trepuzzi, il 27 nel Liceo classico di Casarano, il 28 nella Scuola media di Melissano.

La Compagnia Témenos – Recinti Teatrali – La compagnia Témenos Recinti Teatrali, originata dall’esperienza artistica più che decennale dei suoi fondatori e dalla molteplicità e professionalità delle esperienze formative di tutti i suoi componenti, si propone programmaticamente di diffondere e alimentare la cultura nazionale e internazionale, in special modo quella teatrale, su tutto il territorio, salentino e non, nel quale opera, portando in scena opere teatrali di ogni genere e specie. Negli anni, accanto al vasto repertorio di prosa tradizionale, ha sviluppato specifiche esperienze teatrali e allestimenti nell’ambito del teatro musicale, del teatro canzone e del teatro civile. In collaborazione con l’Assoc. Cuturale “Vittorio Bachelet” di Taviano, l’ANM di Lecce ed insigni esponenti della Magistratura operante presso il Tribunale di Lecce ha operato e opera, su larga scala e in contesti differenti, sui temi della legalità, della lotta alle mafie e della violenza di genere.

L'altra faccia della Luna 2I Laboratori – I Laboratori Teatrali Multidisciplinari che saranno attivati presso le Officine Cantelmo avranno come primo obiettivo quello di mettere a disposizione degli iscritti e partecipanti un luogo non solo fisico, ma anche immaginale, immateriale, funzionale alla pratica dello stare bene con sé stessi e con gli altri. Parola chiave del Laboratorio: relazione. La relazione è altra cosa da un rapporto. “Entrare in rapporto” indica un modo di stare in contatto non necessariamente continuativo e duraturo né approfondito. La relazione, con qualcosa o qualcuno, con sé stessi o con gli altri, indica un percorso di conoscenza, interiorizzazione e elaborazione di dinamiche di contatto profonde, comporta uno scambio, una risonanza e una capacità di essere-per-l’altro. Il Laboratorio, pertanto, avrà questo come principio ispiratore dei differenti e complementari percorsi formativi, che come affluenti porteranno ai partecipanti informazioni, esperienze, suggestioni e sfide, fino a confluire nel saggio conclusivo di fine percorso, occasione per sperimentare quanto appreso e quanto disimparato. La conduzione sarà affidata a quattro formatori della Compagnia Témenos Recinti Teatrali, Marco Antonio Romano, Mino Profico, Liliana Putino e Valentina Piccolo. A questi si sommerà il contributo di formatori d’eccellenza esterni, che approfondiranno temi e competenze specifiche della recitazione e del canto (Andrea Simonetti, Michele Cortese).

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.