Tempo di lettura: 2 minuti
ragno
Nicola Ragno, tecnico del Nardò

NARDO’ (di G.Toma)– Il Nardò reduce dall’ottimo pareggio per 2-2 allo “Iacovone” contro il Taranto, prova ad alzare lo sguardo e a guardare oltre quella che è stata la gara contro i tarantini. Domenica, infatti, c’è da affrontare il Potenza dell’ex Lecce Jeda. Mister Nicola Ragno è come sempre fiducioso ed ottimista: “La squadra sta bene e si è allenata serenamente. Ci stiamo concentrando sul Potenza che al momento, ritengo sia una delle squadre più organizzate. È cambiato l’allenatore in corsa ed hanno risolto dei problemi societari. -ha commentato il tecnico neretino- Vengono da tre vittorie, due pareggi ed una sconfitta, alzando di fatto la media punti e abbassando anche la media dei gol subiti. È una squadra compatta, allenata da un collega molto preparato che ha dato già l’impronta del suo gioco.

Domenica sarà una gara difficile in quel di Galatina: “Purtroppo domenica non giochiamo nel nostro stadio. Quello che ho avvertito nello spogliatoio che indipendentemente da qualsiasi tipo di situazione, noi siamo concentrati sul rettangolo di gioco. Ci siamo preparati al meglio per fronteggiare questa squadra. Per noi sarà un’altra trasferta.”

Un pensiero va alla gara di Taranto: ”La scorsa giornata abbiamo affrontato una delle migliori squadre del campionato. Rimaniamo però umili e con i piedi per terra, sappiamo che non dobbiamo smarrire l’entusiasmo che abbiamo e la voglia di dimostrare partita dopo partita che vogliamo migliorare. Il 3-5-2 schierato domenica è stato dettato dal fatto che il Taranto aveva un gioco prettamente caratterizzato da lanci lunghi. Dovevamo evitare questi lanci lunghi con le due punte e con Palmisano e Vicedomini a tamponare. Per evitare che gli esterni avessero problemi, abbiamo preferito il tre contro tre per vie centrali.”

La serie positiva non fa sedere sugli allori l’allenatore granata, pronto ad affrontare anche i tempi bui: “Nel percorso di una squadra c’è sempre un periodo negativo. Spero che arrivi il più tardi possibile o che non arrivi mai. Dobbiamo essere bravi a gestire un gruppo di calciatori che secondo me deve dimostrare ancora il valore ideale. Stiamo aspettando ancora qualche giocatore infortunato che sta recuperando. Con tutti gli effettivi siamo una squadra ancora con più qualità. Non è facile fare meglio di quanto fatto finora. Direi che abbiamo fatto benissimo. Noi non guardiamo i numeri, nello spogliatoio, parliamo degli errori e come cercare di migliorarci. Ogni gara la prepariamo alla stessa maniera. Indipendentemente che sia la prima o che sia l’ultima in classica. La ricetta giusta? L’autostima si acquisisce con i risultati. Siamo un buon gruppo. Però sappiamo benissimo che qualche altra squadra ha qualcosa in più rispetto a noi. La nostra consapevolezza è che giochiamo per vincere, non abbiamo alcuna pressione. Stiamo sognando tutti.”

In conclusione mister Ragno mette a tacere ogni voce pronta a dare Riccardo Lattanzio partente dal Nardò: “Lattanzio? Posso garantire che non si muove da Nardò. Il calcio è sì imprevedibile ma il ragazzo è contento della piazza e gode della piena fiducia del mister.”

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.