Tempo di lettura: 3 minuti

Foggia-LecceLECCE – Foggia-Lecce: rieccole di nuovo il faccia a faccia allo stadio “Zaccheria in un derby di Puglia che mette di fronte due formazioni partite con i favori dei pronostici per disputare una stagione al top, ma che ad oggi non sono ancora riuscite ad esprimere al meglio i rispettivi potenziali. Da una parte ci sarà la squadra rossonera che potrà contare sul fattore-campo per una sfida che gli ospiti non vincono da oltre mezzo secolo, ma che vede la panchina di Roberto De Zerbi traballare ed i “Satanelli” quasi costretti a non perdere ulteriore terreno in classifica. Dall’altra, troviamo un Lecce in crescita di condizione e ritmo-gara che contro Martina Franca e Catania ha fallito troppe occasioni da gol lasciando così per strada punti pesanti che lo avrebbero tenuto a più ragionevole distanza dalla vetta.

In casa-Foggia l’unica defezione è quella del centrocampista Quinto. Roberto De Zerbi ha recuperato l’esterno sinistro Floriano, ma appare probabile la riconferma della formazione che ha pareggiato 1-1 con il Matera. L’unica eccezione potrebbe essere rappresentata proprio dall’ex Pisa, in ballottaggio con Viola per il ruolo di attaccante sinistro insieme a Sarno e Iemmello. Gerarchie quasi completate anche a centrocampo: l’ex Agnelli si sposterà sul centrodestra rispetto alla posizione dello scorso anno per far posto a Coletti nel ruolo di interditore basso.

In casa-Lecce, con l’infermeria che si è quasi del tutto svuotata, mister Antonino Asta ha deciso di potrtarsi appresso praticamente tutti gli elementi della rosa per ulteriormente cementare i rapporti tra i calciatori e riuscire a creare magari i presupposti per disputare un’altra prova convincente in trasferta. Il modulo che l’ex allenatore del Bassano dovrebbe proporre è sempre il 4-2-3-1 che garantisce solidità alla difesa giallorossa e che poi è lo schema secondo il quale è stata condotta la campagna acquisti in sintonia col diesse Stefano Trinchera la scorsa estate. Con Perucchini tra i pali, a difenderne la porta ci pottebbero essere Beduschi a destra, Camisa e Freddi coppia di centrali, con Liviero a presidiare la fascia sinistra; il frangiflutti davanti a loro potrebbe vedere ricomporsi il tandem Papini (al rientro dopo il turno di squalifica ma in non perfette condizioni di forma) e De Feudis; nella zona nevralgica del campo dovrebbero poi agire Lepore, Suciu e Surraco, con Diop unica punta. Ad ogni modo, le scelte non sono ferree ed Asta valuta anche i possibili inserimenti di Carrozza e Doumbia, con Curiale pronto a giocare uno spezzone all’occorrenza.

Le probabili formazioni:

Foggia (4-3-3): Narciso; Angelo, Loiacono, Gigliotti, Di Chiara; Agnelli, Coletti, Gerbo; Sarno, Iemmello, Viola. A disposizione: Micale, Agostinone, Bencivenga, De Giosa, D’Allocco, Riverola, Sicurella, Bollino, Sainz-Maza, Floriano, Lodesani. Allenatore: Roberto De Zerbi

Squalificati Nessuno

Indisponibili Quinto

Diffidati Nessuno

Lecce (4-2-3-1): Perucchini; Beduschi, Camisa, Freddi, Liviero; Papini, De Feudis; Lepore, Suciu, Surraco; Diop. A disposizione: Benassi, Cosenza, Gigli, Legittimo, Lo Bue, Carrozza, Pessina, Salvi, Vécsei, Curiale, Moscardelli, Doumbia. Allenatore: Antonino Asta

Squalificati Nessuno

Indisponibili Nessuno

Diffidati Nessuno

Arbitro Mainardi di Bergamo (Pagnotta-Manzolillo)

Stadio “Pino Zaccheria” – Foggia, fischio d’inizio ore 15:00.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.