Tempo di lettura: 1 minuto
suciu
Sergiu Suciu, centrocampista del Lecce

MARTIGNANO – La partita contro il Catania ha sancito un mezzo riscatto dopo un inizio decisamente negativo. Sergiu Suciu, centrocampista arrivato quest’estate nel Salento dopo il campionato a Crotone, ha cambiato diametralmente il suo andamento stagionale con il secondo tempo sfoderato domenica scorsa, fatto di una prestazione decisa e presente in ogni scampolo della manovra. Le dichiarazioni del calciatore di proprietà del Torino, riprese dal sito ufficiale del sodalizio di Piazza Mazzini, spaziano su tutti i temi di stretta attualità, dalla classifica deficitaria al prossimo impegno dello “Zaccheria” con il Foggia.

Suciu pone l’accento sul gruppo: “La cosa più importante è parlare della squadra, nessun singolo vince le partite da solo. A livello personale? Spero di continuare sulla scia della prestazione di sabato scorso; di certo un campionato è fatto sempre di alti e bassi”. La collocazione tattica non è un problema per il rumeno: “Nella mia carriera ho giocato da mediano in un centrocampo a due, da mezz’ala in una linea tre ed anche da trequartista. Non c’è problema”. La classifica non preoccupa, per ora: “Non saprei dire se la classifica è veritiera; so solo che con il passare delle giornate diventeremo una squadra importante, abbiamo ottimi valori”. La Lega Pro è un campionato fisico secondo il giudizio di Suciu: “Ho disputato la Lega Pro per qualche mese con il Gubbio; posso dire che in questo torneo prima di valori tecnici ci sono delle situazioni di lettura, visto che si gioca molto sulle seconde palle ed un ruolo decisivo lo gioca la rabbia agonistica che uno riesce a mettere in campo”. Il prossimo impegno sarà una gara votata all’attacco: “Il Foggia è una squadra che predilige il gioco offensivo e di sicuro sarà una gara interessante e combattuta”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.