Tempo di lettura: 2 minuti

Dudù DoumbiaLECCE – Per i tifosi del Lecce è spesso il pomo della discordia. c’è chi lo esalta e c’è chi lo critica per le potenzialità tecniche di cui èdotatto ma che non sempre riesce a dimostrare sul campo. Parliamo di Abdou Doumbia che oggi pomeriggio si è presentato in sala stampa a Martignano per incontrare i giornalisti e fare il punto della situazione sia della formazione giallorossa, che delle sue condizioni di forma. L’esterno d’attacco franco-maliano ha dichiarato di non essere fisicamente al top, di aver accusato qualche problema e di non esser riuscito a lavorare a pieno regime durante la settimana. Ad ogni modo, la situazione pare in via di normalizzazione, tanto che ormai sta riprendendo il ritmo giusto.

Inevitabile non accennare al calcio-mercato. La scorsa estate c’era stata infatti la possibilità di andar via da Lecce, ma l’ipotesi di un eventuale addio era dettata soltanto da questioni personali e non certo ambientali, tanto che poi non se n’è fatto nulla e ha scelto di comune accordo con la famiglia di restare nel Salento volentieri.

Passando in analisi la gara di sabato scorso col Catania, si è trovato bene e per lui era importante tornare a giocare da titolare. Tra l’altro, Doumbia sente di godere anche della fiducia di mister Asta e dei suoi compagni e ciò lo stimola tanto, tanto da tornare a provare le giuste motivazioni per giocare al massimo delle proprie potenzialità. Sul perché il Lecce non roesca a spiccare il volo, l’attaccante giallorosso risponde convinto che a questa squadra manca effettivamente il gol, ma anche un pizzico di fortuna perché si creano molte occasioni da rete, ma sotto porta non si è abbastanza cattivi. Personalmente si dice consapevole di dover segnare di più pure lui. Quindi, l’ex Parma ha ribadito che preferirebbe essere schierato largo sulla fascia e non da seconda punta, ma è il mister a decidere mentre a lui spetta il compito di farsi trovare sempre pronto. I prossimi rientri di Curiale e Moscardelli non lo spaventano, perché rappresentano un bene per la squadra. E poi c’è Diop che si sta sacrificando tantissimo ed ha bisogno di una mano in attacco.

Domenica arriva il derby col Foggia, una partita sentita tra candidate alla vittoria del campionato. Col Catania, il Lecce ha giocato bene, fatto un gran possesso palla ed ha permesso agli eteni di superare il centrocampo pochissime volte, una dimostrazione di forza da ribadire anche allo “Zaccheria”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.