Tempo di lettura: 2 minuti
antonino asta
Antonino Asta, tecnico del Lecce

LECCE- La sfida con il Catania, valevole per il quinto turno di Lega Pro, sarà il primo big-match del campionato, tanti temi caratterizzeranno la partita, dalla ricerca della prima gioia casalinga per il Lecce alla continuazione dei sogni di alta classifica degli etnei, già a quota zero dopo le tre vittorie contro Monopoli, Matera e Ischia. Antonino Asta, tecnico del Lecce, presenta la sfida: “Domani si affronteranno due squadre, due città e due società importanti. Sulla carta c’è tutto per una gara di un altro palcoscenico. Lecce e Catania hanno ottime individualità.” Il tecnico spera di proseguire nei passi in avanti dopo l’ultima giornata: “La nostra partita a Martina ci ha dato convinzione sotto l’aspetto tecnico-tattico e quello caratteriale, visto che non è mai facile riprendere una partita in inferiorità numerica. Abbiamo creato tante palle gol, e purtroppo non abbiamo concretizzato ciò che abbiamo sviluppato”. Asta è contento della crescita dei suoi: “Preferirei creare meno e vincere le partite, ma sono sicuro che alla base di tutto ci sia sempre la prestazione”. I giallorossi affronteranno la partita con la carica giusta: “Per quello che vedo in campo, in ogni allenamento, sono fiducioso. Ci tengo particolarmente domani a fare una bella prestazione per regalare una gioia alla società e ai nostri tifosi”. L’ex tecnico del Bassano ha studiato l’avversario: “Ho visto tutte e tre le gare giocate dal Catania, è una squadra che con il suo 4-3-3 offende molto, ed attaccano in tanti. Dobbiamo essere bravi nella fase di non possesso e nelle ripartenze”. La formazione da opporre all’undici di Pancaro si comporrà soltanto all’ultimo: “Spero di recuperare Doumbia. Al posto di Papini ci sarà Suciu. In questo momento il 4-2-3-1 mi dà garanzie, dopo si vedrà. Cosenza e Salvi sono convocati, m non sono al meglio. Moscardelli e Curiale mancheranno”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.