Tempo di lettura: 2 minuti
Massimiliano Lippolis, presidente del Martina
Massimiliano Lippolis, presidente del Martina

LECCE (di Gabriele De Pandis) – Martina Franca e Lecce: 102 chilometri di distanza e tanti incroci che hanno caratterizzato l’estate più o meno bollente delle due società, entrambe nuove nel loro organigramma societario. Massimiliano Lippolis, ora presidente del Martina Franca, leccese di nascita e di fede sportiva, guida la squadra itriana, presa sull’orlo del baratro, dopo l’interesse più volte manifestato alle quote dell’U.S. Lecce. Martina-Lecce sarà una partita di incroci anche sul campo: con la maglia biancazzurra militano gli ex giallorossi Rullo, Bogliacino, Zappacosta, Baclet e Gaetani.

Il massimo dirigente del sodalizio pugliese non nasconde le sensazioni speciali che accompagnano la vigilia del match contro il Lecce: “Per me è un’emozione indescrivibile; non si può spiegare ciò che sto provando in questo momento, per varie situazioni. La più importante? Io sono salentino, anzi leccese purosangue e da 40 anni sono tifoso del Lecce, seguito nelle gestioni Jurlano, Semeraro e Tesoro. Non mi sarei mai aspettato di essere a capo di una società che incontrasse il Lecce in Lega Pro. Comunque – continua Lippolis – il tutto è accaduto in una maniera entusiasmante per me e adesso dico ‘Forza Martina!”

Martina-Lecce sarà caratterizzata dall’assenza dei tifosi giallorossi sulle tribune dello stadio “Tursi”. Lippolis è rammaricato per la decisione del Prefetto di Taranto: “Sono state dette tante fesserie, ma purtroppo fa parte del calcio. La gente parla tanto per parlare, senza conoscere la realtà dei fatti. Tutte le nostre istanze orali davanti al G.O.S. sono state ritenute irricevibili per i fatti che sono successi lo scorso anno. Sarebbe stata un’emozione vedere i tifosi giallorossi sulla gradinata del ‘Tursi’, ed ho fatto l’impossibile affinchè ciò accadesse. Purtroppo, l’Italia funziona al contrario”.

La “salentinizzazione” del Martina è proseguita in settimana con la nomina di Aldo Sensibile come D.s. “È vero, Aldo Sensibile ci darà una mano dal punto di vista tecnico, lavorerà direttamente con i calciatori e con lo staff tecnico per mettere a punto quei miglioramenti che già s’iniziano ad intravedere”.

La squadra della Valle d’Itria naviga nelle zone basse della classifica con un solo punto all’attivo. Lippolis è comunque fiducioso sulle capacità dei suoi: “Sono contentissimo; è chiaro che i risultati si possono migliorare. A Cosenza abbiamo perso al 91’ su rigore dopo un’ottima prestazione, con la Paganese, vittoriosa col Foggia ed ora capolista, abbiamo preso un punto. Nonostante tutte le difficoltà che abbiamo, penso che sia vicina la svolta per il nostro campionato”.

In conclusione il presidente, sottraendosi alla prassi di fare previsioni sul risultato finale, lancia il suo augurio: “Non faccio pronostici per scaramanzia. Spero che sia un ottimo derby e che vinca il migliore”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.