Tempo di lettura: 3 minuti

Lecce-CasertanaLECCE (di Italo Aromolo) – La Casertana è forse l’unica squadra nella storia del calcio leccese riuscita a segnare un gol ed uscire imbattuta dal “Via del Maresenza aver mai tirato in porta. È questo il dato che meglio fotografa l’andamento di Lecce-Casertana. Di fronte a quasi 9mila spettatori, si è giocata una gara non bella ma intensa: la Casertana è passata in vantaggio con un autogol di Freddi, sfortunato nel deviare in rete un cross innocuo dell’esterno avversario Mangiacasale. Sul finale della prima frazione, il Lecce ha poi pareggiato con un gran tiro da fuori area di Juan Surraco che, dai 25 metri, ha firmato un capolavoro degno degli Uffizi insaccatosi alle spalle di Gragnaniello. Nella nostra rubrica “Match & Numeri”, analizziamo le statistiche del match.

I NUMERI – È stata una sfida tra due filosofie di gioco quella andata in scena al “Via del Mare”: monotematicamente, sempre e solo il volitivo arrembaggio del Lecce contro il catenaccio spartano della Casertana. Alla squadra di mister Asta resta la magra consolazione delle 39 palle messe in area avversaria: si tratta di una statistica certamente positiva, che denota grandi capacità offensive, ma che è poco funzionale al risultato se non associata alla capacità di andare al tiro. E proprio questa è mancata nell’incompiuto pomeriggio del Lecce, che nei tabellini ha fatto registrare appena 3 tiri in porta e 3 fuori, per un coefficiente di pericolosità pari a 0,15.

Il gioco si è sviluppato prevalentemente sulle fasce, e non poteva essere altrimenti viste le caratteristiche tecniche di Abdou Doumbia e Alessandro Carrozza, esterni puri che nel ruolo di prime punte preferivano allargarsi piuttosto che attaccare la profondità. Questa tendenza tattica ha creato non pochi problemi alla formazione giallorossa: dei 24 cross effettuati, infatti, quasi la metà sono partiti dai loro piedi, in particolare 5 da Doumbia e 4 da Carrozza. Ma se i due attaccanti crossano, chi la prende di testa? Nessuno, e infatti nessuno tiro di testa è stato effettuato dai giallorossi eccezion fatta per quello di Freddi, che appunto attaccante non è. La questione è da rigirare… al fato, che nel giro di una settimana ha fatto sì che si accavallassero le defezioni dei due bomber titolari, Davide Moscardelli e Davis Curiale. E forse non è un caso che l’ingresso di una punta vera come Diop, tra l’altro anch’egli non in perfette condizioni fisiche, sia coinciso con un maggior peso della manovra.

statistiche Lecce-casertana 1-1Più che sull’organizzazione di gioco, la prestazione del Lecce si è imperniata sulla prestazione di due calciatori-traino, simboli del vecchio e nuovo che avanza: Checco Lepore ma soprattutto Juan Surraco. Lepore ha offerto la solita generosissima prova, miscelando qualità da incursore (8 palle in area), ala (5 cross) e attaccante (2 tiri). La sua prova sarebbe stata perfetta se quel tiro ad alto coefficiente di difficoltà, dato per scontato ma che probabilmente altri calciatori nemmeno avrebbero indirizzato, avesse regalato la gioia della vittoria. Di Surraco si potrebbe dire tutto perché tutto è quello che ha fatto negli 86 minuti in cui è stato in campo: 9 palle in area, 5 cross e 2 tiri da fuori, che si sommano a un numero indefinito di dribbling, palloni recuperati e falli subiti. Ma quello che ha sorpreso di più del trequartista uruguayano è stata la capacità di svariare su tutto il fronte d’attacco, come dimostra l’eguale distribuzione delle sue giocate tra le diverse zone del campo (con una leggera preferenza per il lato destro).

Concludendo con qualche dato sugli avversari, il fatto che la Casertana non abbia mai tirato in porta non significa che non ha meritato il pari: la difesa a doppia mandata alzata da mister Romaniello si è rivelata pratica ed efficace nel mandare in fuorigioco per ben 6 volte gli incursori avversari. Si poteva forse evitare qualcuno dei 19 falli commessi, ma in questo tipo di partite l’ostruzionismo è una regola non scritta che male sarebbe stato non applicare per i rossoblù. Le partite non si vincono ai punti.

Di seguito tutte le statistiche di Lecce-Casertana:

  • TIRI IN PORTA Lecce: 3-Casertana: 0
  • TIRI FUORI E/O RESPINTI Lecce: 3-Casertana: 5
  • PALLE IN AREA Lecce: 39-Casertana: 13
  • CROSS EFFETTUATI Lecce: 24-Casertana: 9
  • FALLI SUBITI Lecce: 19-Casertana: 17
  • CORNER Lecce: 3-Casertana: 3
  • OFF-SIDE Lecce: 6-Casertana: 1
  • COEFF. PERICOLOSITÀ Lecce: 0,15-Casertana: 0,38
Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.