Tempo di lettura: 1 minuto

palazziLECCE – Sul caso “calcioscommesse”, e sulla decisione del Procuratore Stefano Palazzi di riaprire il processo per la presunta combine nella gara Lecce-Lazio giocata al Via del Mare il 22 maggio 2011, vogliono e chiedono chiarezza i deputati salentini Salvatore Capone, Roberto Marti, Federico Massa e Rocco Palese ed aprono un’interrogazione al Presedente del Consiglio dei Ministri.

Palazzi avrebbe chiesto, in base alle dichiarazioni del pentito bulgaro Ilievsky, tre punti di penalizzazione per il Lecce e tre anni e mezzo di squalifica per Massimiliano Benassi, Antonio Rosati e Stefano Ferrario

I tre parlamentari salentini ritengono che non ci sia coerenza e credibilità nelle dichiarazioni del pentito che dopo un lungo periodo di latitanza ha deciso di collaborare con la giustizia italiana, inoltre in tali dichiarazioni non ci sarebbe nessun elemento che avvicinerebbe i tre calciatori ai presunti fatti.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.