Tempo di lettura: 4 minuti
Trinchera Asta - Copia
Stefano Trinchera e Antonino Asta

LECCE (di Massimiliano Cassone) – Antonino Asta ha una grande responsabilità, ma chi fa il suo mestiere sogna di avere tra le mani una macchina da corsa che sappia trasformarsi in un potente fuoristrada e viceversa; lui ha la fuoriserie, ora dovrà farla diventare squadra per regalare ai tifosi ed alla società le soddisfazioni che meritano. Sticchi Damiani e soci hanno fatto un lavoro meticoloso e preciso, Trinchera e Corvino hanno portato a termine quasi tutte le missioni prefissate ed hanno messo insieme un gruppo di calciatori che farebbero gola a qualsiasi club di serie B. Da sottolineare un fattore importante, cioè come le amicizie e gli ottimi rapporti con il Bologna di Pantaleo Corvino e col Torino di Gianluca Petrachi siano stati certamente determinanti nella chiusura di operazioni che hanno portato a Lecce Suciu, Diop e Vècsei.

Adesso sarà il campo a dare i suoi verdetti ma bisognerà armarsi di pazienza perché il calcio è un gioco e può succedere di tutto. I presupposti per far bene ci sono. L’allenatore ha diverse opzioni per disegnare il suo modulo base che dovrebbe essere il 4-3-1-2 e se ci saranno delle gare in cui opterà per l’unica punta fa specie pensare che uno tra Moscardelli e Curiale possa rimanere in panchina in Lega Pro.

È tornato Camisa, che va a giocarsi un posto da titolare con Cosenza, Freddi ed il giovane Gigli che è pronto a sgomitare pur di giocare. Sulla corsia difensiva destra si collocherà uno tra Lo Bue Beduschi, con quest’ultimo in grado di giocare anche come centrale; a sinistra è arrivato uno dei terzini sinistri under 21 più forti in circolazione in Italia: Liviero. E poi c’è anche Legittimo. In mezzo al campo c’è l’imbarazzo della scelta, sono arrivati De Feudis, Pessina, Suciu, Surraco e Vècse, oggetto del desiderio che se manterrà le promesse sarà quel “quid” in più necessario per far volare la squadra. In attacco Curiale, una garanzia, e Diop, giovane di belle speranze.

Fanno parte della squadra tre portieri di valore come Benassi, Perucchini e Bleve, i senatori Papini, Lepore, Salvi, Moscardelli, i giovanissimi Cicerello, Rosafio, Monaco, Kalombo, senza dimenticare chi ancora fa parte della rosa come Doumbia e Carrozza (Abruzzese sembrerebbe in uscita) che, nel caso in cui non dovessero accasarsi in nessuna delle squadre che hanno usufruito della proroga del calciomercato, potrebbero diventare la sorpresa della stagione.

L’unico vero obiettivo mancato è stato Iocolano del Bassano ma di certo a questa squadra, secondo il modesto parere di chi scrive, non manca nulla per puntare ad un campionato di vertice anche se nulla è dovuto e si dovrà  trarre insegnamento dagli ultimi tre anni che hanno spiegato cos’è la Lega Pro, un pantano di sabbie mobili dal quale per poter fuggire bisogna correre e sudare la maglia fino al 95° in ogni gara, e in ogni dove. Archiviato il calciomercato, si ricomincia a fare sul serio sul campo, quando la palla ricomincerà a rotolare e i calciatori inizieranno a correre per inseguire i sogni dei tifosi e della società, dovranno sudare per onorare una maglia che negli ultimi anni è stata stropicciata dalla sfortuna e, a volte, dalla superficialità.

L’arbitro può fischiare, a Lecce è tutto pronto. Si parte.

Di seguito l’elenco completo degli acquisti

  1. Camisa (difensore centrale, a titolo definitivo)
  2. Cosenza (difensore centrale, a titolo definitivo)
  3. Curiale (attaccante, prestito con obbligo di riscatto in caso di Serie B)
  4. De Feudis (centrocampista, a titolo definitivo)
  5. Diop (attaccante, in prestito)
  6. Freddi (difensore centrale, a titolo definitivo)
  7. Gigli (difensore centrale, prestito con opzione per il Lecce e contro opzione a favore della Fiorentina)
  8. Lo Bue (terzino destro, titolo definitivo)
  9. Legittimo (terzino sinistro, a titolo definitivo)
  10. Lepore (centrocampista, a titolo definitivo)
  11. Liviero (terzino sinistro, in prestito)
  12. Pessina (centrocampista, in prestito)
  13. Suciu (prestito con diritto di riscatto in caso di Serie B)
  14. Surraco (a titolo definitivo)
  15. Vècsei (in prestito con opzione per il Lecce e contro-opzione a favore del Bologna).

Di seguito la rosa completa:

  • PORTIERI: Benassi, Perucchini, Bleve
  • D I F E N S O R I: Abruzzese, Beduschi, Camisa, Cosenza, Gigli, Freddi, Legittimo, Liviero, Lo Bue, Kalombo
  • CENTROCAMPISTI: Carrozza, De Feudis, Lepore, Papini, Pessina, Salvi, Suciu, Surraco, Vècsei
  • ATTACCANTI: Cicerello, Curiale, Diop, Doumbia, Moscardelli, Rosafio.
Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.