Tempo di lettura: 1 minuto

Wojtek PankiewitzLECCE – L’Associazione Valori e Rinnovamento ha voluto esprimere tutto il suo dissenso verso la decisione di Trenitalia di far arrivare il Frecciarossa fino a Bari, escludendo il Salento dall’importante novità. A parlare è il presidente Wojtek Pankiewicz che non risparmia dalla critica la classe politica salentina.

“L’autostrada finisce a Bari, Trenitalia ha già in passato ingiustificatamente soppresso diversi treni per il Salento e ora si profila l’ennesima beffa: il Frecciarossa si fermerà a Bari! Noi salentini paghiamo regolarmente le tasse. Perchè allora veniamo considerati cittadini di serie B? Dove sono i rappresentanti delle istituzioni del Salento? Dove sono i politici di destra, centro e sinistra. Riscaldano solo poltrone e percepiscono succulente indennità? Sono felici di pesare meno del due di briscola? Mi permetterei sommessamente, e mi scuso per questo, di suggerire agli amici giornalisti, con quel profondo e totale rispetto, unito alla stima, che da sempre nutro nei loro confronti, di non pubblicare il diluvio di sfoghi e sdegnate reazioni dei nostri politici ad uso e consumo nostro, locale, ma di dare il giusto rilievo solo alle iniziative concrete che eventualmente dovessero porre in essere per salvaguardare i diritti del territorio salentino. Da parte nostra, noi di Valori e Rinnovamento, in caso di inefficacia delle azioni che le istituzioni e la politica salentina riterranno di intraprendere, promuoveremo un tavolo dell’associazionismo salentino per organizzare la battaglia anche con clamorose forme di protesta presso la stazione ferroviaria.

 

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.