Tempo di lettura: 2 minuti
Francesco Cosenza
Francesco Cosenza

LECCE (di Pierpaolo Sergio) – La sua avventura nel Lecce è iniziata davvero in maniera negativa, ma non per questo si butta giù ed anzi guarda al futuro con ottimismo e fiducia. Parliamo di Francesco Cosenza, difensore centrale acquistato nelle scorse settimane per dare robustezza ed esperienza alla retroguardia del Lecce, rimasto però vittima di un brutto ed inopinato infortunio nella trasferta di Cesena in occasione della gara di Tim Cup tra l’altro persa per 4-0 dai giallorossi di mister Asta.

Quell’episodio ne ha precluso la fisiologica crescita in tema di condizione ed affiatamento con i suoi nuovi compagni, ma il 29enne calabrese (è nato a Locri) guarda avanti e pensa al suo rientro. Il tecnico leccese potrebbe infatti tornare a contare sul suo utilizzo tra poco meno di un mese, dopo la riabilitazione necessaria a colmare il periodo d’inattività dovuto all’intervento chirurgico alla clavicola sinistra che si è fratturata in un fortuito scontro di gioco all’«Orogel Stadium-Dino Manuzzi» lo scorso 9 agosto. A partire da oggi, Cosenza sta provando a forzare i tempi per tentare rientrare in campo tra soli 25 giorni.

Intanto, il campionato si avvicina e per l’ex difensore della Pro Vercelli è tempo di fare un primo bilancio della sua nuova avventura in maglia giallorossa. Lecce ed il Lecce gli han fatto una buona impressione e, nonostante l’incidente occorsogli che per lui è il primo in carriera così serio, parla volentieri del suo ambientamento nel gruppo agevolato dal clima di entusiasmo che si respira tanto nello spogliatoio, quanto nell’ambiente della tifoseria salentina. Il Lecce rappresenta una piazza importante e Cosenza ne è consapevole, tanto da non rimpiangere assolutamente l’esser sceso di categoria. A dimostrazione poi che le parole di mister Asta stanno facendo breccia nelle teste dei calciatori, anche il difensore reggino parla dell’importanza del saper essere umili. Una dote che ad una squadra ambiziosa come quella giallorossa non deve mancare per raggiungere obiettivi importanti.

E per raggiungere il sogno chiamato Serie B l’apporto dei tifosi sarà fondamentale. I circa 6000 abbonamenti finora sottoscritti dimostrano per Cosenza la fame di successi che c’è in città ecco perché spera di non dover mordere ancora troppo a lungo il freno, poiché in lui c’è voglia di far bene e togliersi non poche soddisfazioni.

Commenti
Articolo precedenteAl via il Festival del Teatro Antico con Giocasta di Edipo
Articolo successivoXylella, parte la richiesta danni
Dal 1995 in redazioni televisive (Tele C 10, TV10, Top Video, Canale 8, VideoSalento, TeleSalento e L'ATV) con conduzione di trasmissioni sportive, culturali, telegiornali (Studio10 News, 10 News, Tg8, VS Notizie) e trasmissioni sportive (Fuoricampo, Bomber, Replay, Leccezionale TV), politiche (elezioni e referendum), sociali (Telethon '97); programmi d'approfondimento e commenti di eventi sportivi. Carta stampata: Il Corriere del Mezzogiorno, LecceSera, Il Paese Nuovo, Espresso Sud, Città Magazine, Fuorigioco, L'Ora del Salento, Il GialloRosso. Web: dal 1999 al 2001 redattore a leccesette.it Nel 2002/'03 redattore de legiraffe.it Dal 2006 al 2009 direttore responsabile de “Il Picchio Magazine” Dal 2006 direttore responsabile de “Il GialloRosso” edito dal Lecce Club Centro di Coordinamento; Dal 2006 al 2010 corrispondente dal “Via del Mare” di Lecce per Italia 7Gold per “Diretta Stadio” Dal 2012 opinionista fisso de “Palla prigioniera” su corrieresalentino.it e dal 2016 de "Cuore Giallorosso" su salentotelevision.it Dal 2012 addetto stampa delle associazioni “Noi Lecce” e "Passione Lecce" Dal 2013 direttore responsabile de leccezionale.it e conduttore di "Leccezionale TV" Dal 2021 conduttore di "Passione Lecce 1908" su salentotelevision.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.