Tempo di lettura: 2 minuti

corti webGALATINA – Questa sera, dalle ore 20:00, torna a Galatina, “Le Corti a Mezzanotte”. Per le strade del centro storico, le più belle corti della città si aprono al pubblico, svelandosi e animandosi in tutta la loro bellezza grazie alle performance d’arte. L’evento, espressione dell’arte e della cultura della terra salentina, anima la serata con canti, eventi culturali, estemporanee ed enogastronomia tipica che consentono di vivere, tra vicoli e corti, uno dei centri antichi più belli del Salento.

Ampio spazio all’intrattenimento musicale: “Imaè” la grande musica popolare e pizzica salentina; “Note di un Viaggio”, un percorso musicale, che scandisce con leggerezza sonora e un pizzico di nostalgia, tradizioni, costumi e usanze del Salento ma che al tempo stesso aiuta a riconoscere che il Salento non è solo “Pizzica”, uno spettacolo sulla poetica della terra, e sulla verità degli antichi saperi; “Vocal Sinergy”, un coro Pop Gospel; “Cinque Voci per Mina”, giovani talenti, già premiati al Barocco Talent, si esibiscono rivisitando i brani della grande Mina.

Immancabili gli artisti di strada, che animano il percorso con performance sorprendenti tra cui “Isterismo Culinario”, uno spettacolo muto con Clown ed equilibrismo e “acrobatica aerea”, una performance di evoluzioni sui tessuti.

Grande attesa per l’inaugurazione della mostra “Memorie” a cura di Katia Olivieri. Il fil rouge che lega quattordici artisti coinvolti nel progetto espositivo con opere site-specific tra pittura, performance, installazione, fotografia, video, parte da una profonda riflessione sul concetto di memoria del territorio, ribadendo l’importanza della cultura, della storia, del paesaggio, non solo come traino al turismo, ma ancor prima come elemento identitario e anima dei luoghi. Lungi dall’essere una banale “operazione nostalgia”, gli artisti sono stati invitati a riflettere sul senso della memoria storica del nostro territorio che altro non è che una nuova interpretazione di un vissuto del quale ripercorrere le trame; sul senso del paesaggio che ci rappresenta e che è parte inscindibile della nostra identità culturale; sull’anima dei luoghi che erano teatro di una quotidianità di cui si è persa traccia ma che a saper guardare raccontano ancora di un passato con i suoi misteri, i suoi simboli, i suoi rituali, le sue contraddizioni, elementi attivi che trasformano la materia e l’arte in senso di appartenenza.

“Le Corti a Mezzanotte” aprono le porte al patrimonio artistico e storico della città di Galatina facendo rivivere le sensazioni di un tempo che grazie all’arte, possono essere espressione di modernità.

L’evento è organizzato dall’Agenzia Mood e sostenuto dall’Assessorato al Turismo della Città di Galatina e dall’Assessorato alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.